A seguito della proclamazione dello stato di agitazione del comparto NCC e della protesta di piazza programmata ed autorizzata dalla Questura per le ora 10.00 del giorno 28 ottobre 2020, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha convocato per il 26 ottobre p.v. il Coordinamento delle Associazioni nazionali che hanno inviato nella data di ieri 22 ottobre una nota al Governo con la richiesta di immediati interventi a sostegno delle categorie Bus, vetture e Natanti del servizio pubblico non di linea. Rimane comunque confermato lo stato di agitazione e la protesta del giorno 28 ottobre che potrebbe rientrare solo e soltanto se il Governo mettesse immediatamente sul tavolo di trattativa un contributo a fondo perduto a sostegno delle imprese del settore.

La Categoria rimanga pronta alla protesta di piazza.

Il Consigliere Nazionale
Giulio Aloisi
Documenti collegati: