Si comunica alla Categoria NCC che nella fase di conversione del Decreto-legge 121/2021 sono stati approvati e votati favorevolmente diversi Ordini del Giorno che impegnano il Governo a riformare la legge 15 gennaio 1992 n. 21, eliminando le troppe distorsioni della concorrenza presenti all'interno della modifica portata nel 2019 dall'art. 10bis della legge 12/2021.

Si legge negli OdG che "tutti i gruppi parlamentari hanno presentato diverse proposte emendative volte alla modifica della disciplina dei servizi di noleggio con conducente; l’iniziativa emendativa trasversale mostra come la legge quadro per il trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea, ossia la legge 15 gennaio 1992, n. 21 abbia subito, nel corso degli ultimi due anni, una serie di interventi modificativi eterogenei e che non hanno consentito la formulazione di una chiara disciplina di settore; ancora, nel medesimo periodo, si sono susseguite una serie di pronunce giurisprudenziali, del giudice amministrativo e della Corte costituzionale, che hanno introdotto ulteriori elementi di eterogeneità nell’interpretazione della normativa di riferimento; il settore del trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea è già stato oggetto di una delega, nell’ambito della legge 4 agosto 2017, n. 124, mai esercitata dal Governo e che appare assolutamente necessario procedere ad una revisione complessiva della legge quadro di riferimento"
impegnando il Governo "a valutare l’opportunità di provvedere, nell’ambito dell’annunciato disegno di legge annuale sulla concorrenza, ad una revisione della disciplina di settore, anche valutando la riviviscenza delle delega già presente, ancorché inattuata, nell’ambito della legge 4 agosto 2017, n. 124. 9/3278-AR/61."
Dopodichè, ora la palla passa a questa Categoria, oggi impegnata con centinaia e centinaia di mezzi nel G20 (pensa sti "abusivi" che stanno dando il loro supporto al più importante evento in Italia trasportando Capi di Governo ed i loro Staff per Roma con autorizzazioni "burine" scortate dalle FF.OO., magari le stesse che domani invieranno esposti ai Comuni o eleveranno verbali contestando la violazione dell'art. 85 del CdS) e che domani, si spera, si stringa intorno alle Associazioni che necessariamente  devono ora pensare ad una grande mobilitazione degli operatori che dia sostegno al Governo Draghi, affinchè proceda a riformare la legge 21/1992 attraverso il Decreto concorrenza, così come anche indicato dall'AGCM e ART.

Il Presidente
Mauro Ferri


©RIPRODUZIONE RISERVATA
Le informazioni pubblicate in questa pagina sono di proprietà di A.N.I.Tra.V. chiunque voglia riprodurre anche parte del contenuto sui propri supporti Web e non, è tenuto ad informare la direzione all'indirizzo e-mail anitrav@anitrav.com e riportare in chiaro il link della fonte.

Notizie Correlate