L'On. Elena Maccanti (Lega per Salvini), madre del DL 143/2018 e quindi dell'art. 10bis della legge 12/2019, grida sui Social il proprio orgoglio, sostenuto da alcune sigle sindacali taxi, per la sentenza del Consiglio di Stato che ha rigettato il ricorso di appello fatto da UBER, dimentica però che identica richiesta di sospensione fu fatta qualche mese fa dalle stesse sigle sindacali che lei nomina nel suo post e che anch'essa venne rigettata dal TAR Lazio.

Vorrei chiarire cosa in questi mesi è accaduto:

Il Ministero dell'Interno, guidato dal "Capitano" dell'On. Maccanti, emanò una Circolare ministeriale che chiariva termini e applicazione della nuova normativa per l'esercizio del noleggio con conducente;

Alcune sigle sindacali taxi impugnarono la Circolare al TAR Lazio, ANITraV produsse un ricorso ad opponendum (contro la richiesta dei tassisti ed a favore del Ministero guidato da Matteo Salvini) ed il risultato fu che il ricorso delle sigle sindacali taxi venne rigettato e quello di ANITraV accolto;

Nello stesso periodo la Multinazionale UBER presentava un altro ricorso chiedendo la stessa cosa che avevano chiesto le sigle sindacali taxi e cioè la sospensione della Circolare e conseguentemente l'annullamento della stessa, il TAR Lazio rigettava il ricorso di UBER che successivamente si appellava al Consiglio di Stato sul rigetto dell'istanza di sospensione;

In data odierna il Consiglio di Stato ha confermato la sentenza del TAR Lazio rigettando anche l'appello promosso da UBER e sollecitando una sentenza nel merito al TAR Lazio.

Quindi l'On. Maccanti ha poco da esultare e minacciare il nuovo Governo PD/M5S, semmai dovrebbe assumere un atteggiamento più riservato sulle proprie amicizie, per le quali ella ha prodotto una norma  esclusivamente a loro favore eliminando dal mercato migliaia di operatori del settore NCC e lasciando in grave difficoltà quelle piccole imprese del noleggio con conducente che in un qualche modo sono riuscite a resistere al colpo di mannaia sferrato.

Altro che orgogliosa, si dovrebbe vergognare per ciò che dice e che rivendica anche perchè dimostra di non averci capito un granché su ciò che è accaduto, ma nella politica di oggi c'è talmente pochezza che ciò che conta è solo quella manciata di voti che potrebbe ottenere dai suoi amici per sedere ancora nei palazzi del potere e continuare a fare danni.

clicca qui per leggere la dichiarazione su FaceBook dell'On. Elena Maccanti:  
https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10220167165360117&id=1555856145&sfnsn=mo


Il Presidente
Mauro Ferri