LETTERA APERTA ALLA CATEGORIA dal Consigliere Giulio Aloisi
Questa mia è SOLO per chiarire a chi chiede il motivo della non adesione di Anitrav alla manifestazione del 3 giugno. Mi preme quindi sottolineare quanto di seguito riportato e considerato oltre alle già note motivazioni . Non capiamo qual'è la strategia di manifestare davanti alla Regione Lazio e davanti le Regioni in generale, quando la stessa si è messa a disposizione del trasporto pubblico non di linea, la prima regione a deliberare dando contributi a fondo perduto e proponendosi interlocutrice presso il Governo attraverso la Conferenza Stato Regioni. Se invece la manifestazione è promossa da un "principio politico"avverso il Governo, quindi strumentalizzata da forze politiche, allora il luogo della protesta è improprio, inutile e potrebbe risultare anche controproducente per la stessa categoria . Forse nelle altre regioni dove nn c è il parlamento il sito istituzionale adatto sarebbe stato senz'altro la Prefettura. Certo non mi meraviglierei se in Regione Lazio facesse la passerella qualche politico della Lega che ci ha ucciso nel precedente governo. Da ciò si evince che la protesta è il risultato di una regia opaca e senza obbiettivi concreti per noi tutti ma forse utile solo per alcuni. Uniti si vince, da me coniato, nn vuol dire uniti in 10000 siglette nate ieri o oggi che rappresentano solo se stesse e che spesso fanno solo danni, nn fanno un percorso di esperienza iniziando da istituzioni locali ma si intrufolano, pretendendo il posto su tavoli istituzionali nazionali .Queste sigle hanno fatto il male della categoria dando una visione di frammentazione alle istituzioni stesse danneggiandoci, che credibilità possiamo avere in tali condizioni?......forse è il caso di cambiare visto i risultati...o no??!!! Anitrav risulterà impopolare con queste considerazioni ed evidenze ma credo che la stessa ha una visione molto lungimirante come sempre dimostrato. Anitrav insieme ad altre sigle riconosciute farà un percorso diverso manifestando all'occorrenza quando si discuteranno gli emendamenti (su cui stiamo lavorando ) alle camere per questo dpcm, sicuramente come sempre nel luogo adatto, nel cuore delle istituzioni.
Grazie per la vostra pazienza e attenzione.
G.A.