Nel corso dell'incontro tenutosi oggi tra le Associazioni del comparto NCC, i partecipanti hanno fissato alcuni punti su cui improntare le prossime azioni.

Ha aperto i lavori una relazione sull'udienza tenutasi nella giornata di ieri 25 febbraio presso la Corte Costituzionale è stata fornita dal Presidente Mauro Ferri dell'A.N.I.Tra.V., a seguire gli interventi mirati da parte dei partecipanti che hanno individuato le imminenti necessità di seguito descritte:

1.  intervento presso le Istituzioni al fine di equiparare l'aspetto fiscale del servizio Noleggio Con Conducente a quello taxi, ovvero defiscalizzazione, revoca di obbligo di rilascio di scontrini e ricevute fiscali per gli incassi in contanti e fatturazione elettronica, in alternativa equiparazione dei taxi al settore NCC;

2.  equiparazione delle sanzioni previste dall'art. 85 del CdS, ossia sanzione pecuniaria come previsto per il servizio taxi ovvero ritiro della carta di circolazione anche per quest'ultimi;

3. riunione degli stati generali del settore noleggio con conducente al fine di affrontare e risolvere attraverso una discussione le criticità delle norme sul servizio di noleggio con conducente, con interventi di giuristi e politici.

Chiaramente per mettere in pratica tutto ciò è necessaria la compartecipazione della categoria che dovrà finanziare le attività, con particolare riguardo al convegno riferito agli stati generali NCC che servirà per porre le basi ad una nuova normativa del settore.

La Segreteria di Presidenza

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Le informazioni pubblicate in questa pagina sono di proprietà di A.N.I.Tra.V. chiunque voglia riprodurre anche parte del contenuto sui propri supporti Web e non, è tenuto ad informare la direzione all'indirizzo e-mail anitrav@anitrav.com e riportare in chiaro il link della fonte.