In data 9 gennaio c.a. vi è stato un nuovo incontro tra le Sigle Sindacali taxi e quelle NCC con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che era presente con il Viceministro Nencini, il Direttore Parente e lo Staff del Ministero che sta lavorando alla stesura di quella che sarà la nuova Legge che regolerà le attività taxi ed NCC.

Nel corso dell'incontro il Viceministro del MIT ha riassunto quanto da un anno il tavolo tecnico ha prodotto evidenziando che ancora oggi i punti essenziali per la ridefinizione della nuova Legge di fatto non sono ancora stati definiti con chiarezza dal tavolo. Infatti le problematiche ancora irrisolte sono quelle della territorialità operativa per gli NCC, della regolamentazione delle Applicazioni (Uber, My Taxi ecc..) e quella della eslusività di appartenenza a cooperative taxi/radio taxi.

Nell'intento del MIT c'è la sottoscrizione di un Protocollo d'Intesa Associazioni/MIT che dovrebbe fare da apripista all'articolato che darà forma alla nuova Legge Quadro per gli autoservizi pubblici non di Linea.

Il Tavolo Tecnico Ministeriale di fatto, ad oggi rimane spaccato, sia per quanto riguarda il settore taxi che per quello del mondo NCC.
ANITraV continuerà nel percorso concordato con le Associazioni con cui ha sottoscritto un accordo quadro sui principi della nuova norma sino a quando ne permarrano le condizioni di trattativa anche con le sigle taxi firmatarie, dopodichè, in caso contrario, prenderà le misure del caso.

Si ritiene che prima della firma di un Protocollo di Intesa, la chiarezza e le condizioni di esercizio per il comparto NCC debbano essere chiare e trascritte, nei principi, sullo stesso Protocollo.

Rimane il grosso dubbio che il Governo attuale possa portare a termine il mandato conferitogli dalla Legge Delega del Parlamento, se non altro proprio per le incertezza che avvolgono il Tavolo Tecnico nonchè per il tempo rimasto prima delle elezioni e dell'insediamento del nuovo Governo che dovrebbe entrare nelle stanze dei bottoni a metà aprile 2018.

Un ringraziamento sincero va al Viceministro Riccardo Nencini che, comunque vada questa vicenda, ha messo tutto il Suo impegno per trovare soluzioni alla storia senza fine che vede la contrapposizione di due categorie da sempre in guerra tra loro, un politico che ci ha messo la faccia cercando di trovare soluzioni adeguate che consentissero a tutti di lavorare con serenità e che per la prima volta, da almeno un decennio, è riuscito a far dialogare nei tavoli istituzionali le due categorie, consentendo così anche quell'accordo tra alcune sigle taxi ed NCC, accordo che siamo orgogliosi di aver sottoscritto nel tentativo di mettere fine alla caccia alle streghe.

A giorni il MIT invierà la bozza del detto Protocollo che verrà analizzato e discusso con ogni probabilità nel corso della prossima riunione.

Aggiornamenti verranno dati nelle prossime settimane.

Il Presidente
Mauro Ferri

Roma lì, 10 gennaio 2018


 

Nuova Volvo S90 per NCC


Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni