Dopo l'incontro con il Sottosegretario al MIT Sen. Salvatore Margiotta le Associazioni di categoria NCC ottengono risposte certe su alcuni punti che erano stati presentati al Ministero prima della riunione di oggi, rimangono comunque alcune incertezze che potranno essere risolte all'indomani dell'emanazione del Decreto Legge che a breve sarà varato dal Consiglio dei Ministri e che dovrebbe confermare quanto esposto dal Sen. Margiotta in risposta ai quesiti posti dalle Associazioni NCC e cioè:
1. proroga della cassa integrazione;
2. riconoscimento di reddito di sopravvivenza ai dipendenti stagionali;
3. finanziamenti a fondo perduto alle PMI;
4. possibile intervento del Governo in merito all'utilizzo di NCC quali servizi integrativi al TPL - (rimangono dubbi su come il Governo voglia o possa intervenire);
5. intervento del Governo attraverso la Banca D'Italia per fronteggiare e stimolare quelle banche pigre nell'erogazione dei finanziamenti previsti dai Decreti emanati;
6. sospensione delle tasse, mutui, leasing e affitti commerciali, intervento del Governo con provvedimenti nel prossimo DL (rimangono dubbi su come il Governo voglia o possa intervenire);
7. ricevute fiscali elettroniche, impegno del Ministero a verificare la possibilità di prorogare il termini ultimo per ottemperare a tali disposizioni.

Le Associazioni si sono anche confrontate sulla necessaria riforma della legge 21/1992, diverse sono stati gli interventi che sono andati dalla separazione dei due settori NCC e Taxi al mantenimento della legge 21/1992 così come modificata dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 56/2020.

Il Presidente ANITraV, dopo aver evidenziato l'urgente e necessario intervento del Governo 
con finanziamenti a fondo perduto a sostegno delle imprese NCC, ha rappresentato che, seguendo le indicazioni della Consulta, è necessario rivedere il contingentamento dei titoli autorizzativi al fine di superare la distorsione della concorrenza nel mercato del trasporto pubblico locale e soprattutto nelle grandi città, dove di fatto lo stesso mercato è in mano al servizio taxi, grazie allo smisurato rilascio di licenze taxi a fronte di un blocco delle autorizzazioni Noleggio Con Conducente che è in essere da 28 anni.

Il Sen. Margiotta si è ripromesso di convocare a breve un prossimo incontro.

Domani 13 maggio si riunirà il Consiglio Direttivo di ANITraV per analizzare quanto accaduto e decidere quali eventuali iniziative intraprendere.

Segreteria di Presidenza