ECCO CHI PASSERA' ALLA STORIA, I LORO NOMI VERANNO SCRITTI NEL LIBRO CHE NARRERA' LE SCONCEZZE DEL GOVERNO DEL POPOLO O DEL CAMBIAMENTO CHE SI VOGLIA DIRE:
CARMELO 
ALESSANDRO
GIULIO
MARCO

Mentre loro rimangono in piazza al freddo e senza cibo, da tutta Italia arriva il sostegno della categoria NCC.

Nonostante due mesi di civili manifestazioni, frenetici contatti con senatori ed onorevoli, ministri e sottosegretari, presentazione di proposte emendative e di modifiche alla legge 21/1992, segnalazioni di AGCM e ART che vanno in direzione diametralmente opposta a quella della squadra M5S capitanata dal Ministro Toninelli, il Governo del Popolo tace e magari facesse solo ciò, va avanti in modo ridicolo perchè: mentre il Ministro Toninelli dichiara che il Viceministro Edoardo Rixi ha la delega per la vicenda NCC, lo stesso Toninelli continua con la sua squadra a giocare da solo. Il Viceministro chiede alle associazioni un tavolo tecnico di giuristi per discutere e trovare il giusto equilibrio della normativa e contemporaneamente il Ministro acconsente a far traslare il DL 143/2018 dalla Camera dei Deputati al Senato, inserendone il testo all'interno del decreto semplificazioni che addirittura abroga lo stesso DL 143/2018, così accellerandone i tempi di approvazione e delegittimando il tavolo tecnico.

In tutto questo "gran casino", giocato sulla pelle di centinaia di migliaia di persone che operano nel settore NCC, mentre alcune sigle taxi si stanno spanciando dalle risate e si preparano al brindisi della vittoria, cosa fanno gli operatori NCC ?

Intanto
il giorno 28 gennaio 2018 si raduneranno a Roma in Piazza Vidoni dalle ore 14.00 alle ore 18.00 
per una manifestazione statica ed attenderanno con angoscia cosa deciderà l'aula del Senato, perchè l'ultima parola spetta all'aula del Senato, saranno tutti i Senatori a decidere se l'emendamento 10.0.1000, fotocopia del DL 143/2018, sia da approvare o no, a decidere se il noleggio con conducente dovrà cedere, in consessione di monopolio,  il mercato del trasporto persone al settore taxi.

Siamo consapevoli che l'angoscia e la rabbia sono forti negli animi dei noleggiatori, ma sappiamo che sapremo difenderci e difendere il nostro lavoro con determinatezza ed in modo civile e che tutto ciò che sta accadendo è una vera "puttanata", per i modi con cui è stata e viene gestita, nelle motivazione di taluni soggetti che l'hanno e la stanno portando a termine, anche per la violazione di quei principi che tengono in piedi la democrazia nel nostro Paese.

Termino questo articolo nella consapevolezza che ognuno di noi sta facendo il possibile, anche se a molti sembra poco, ma credete è l'impossibile perchè ancora non abbiamo capito come sconfiggere l'arroganza, la prepotenza, la corruzione, l'ignoranza, l'ottusità, l'indifferenza, il menefreghismo e l'orgasmo della distruzione.

Il Presidente
Mauro Ferri

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Le informazioni pubblicate in questa pagina sono di proprietà di A.N.I.Tra.V. chiunque voglia riprodurre anche parte del contenuto sui propri supporti Web e non, è tenuto ad informare la direzione all'indirizzo e-mail anitrav@anitrav.com e riportare in chiaro il link della fonte.