L'incontro in videoconferenza con la Regione Puglia, precisamente con gli Assessori Trasporto Giovanni Giannini, Turismo Loredana Capone  e Bilancio Cosimo Borraccini, è terminata da pochi minuti ed anticipiamo che tra oggi e domani uscirà una Delibera con un importante stanziamento di fondi per un totale di circa 750 milioni di euro, di cui 150 milioni andranno a sostegno delle imprese del trasporto pugliesi. L'intervento è previsto come finanziamento a interessi agevolati di cui il 20% dell'importo erogato a fondo perduto. Per essere più chiari, ad esempio, le imprese che nell'ultimo bilancio depositato hanno fatturato ricavi fino a 400.000,00 euro potranno ottenre un finanziamento di 30.000,00 euro di cui il 20% a fondo perduto (6.000,00 euro) ed il resto da restituire a tasso di interesse agevolato e con un preammortamento di 12 mesi. 

Uno stanziamento di fondi importante per il settore NCC e Taxi ma purtroppo manca ancora un progetto di rilancio per queste attività.

Il Presidente ANITraV Mauro Ferri ha chiesto in modo diretto ed esplicito come la Regione Puglia voglia rilanciare i servizi di Noleggio Con Conducente e Taxi, chiedendo agli Assessori di poter inviare un contributo scritto su idee e progetti al fine di consentire il superamento dell'attuale crisi del settore.

L'incontro di oggi ha evidenziato che il dialogo con le istituzioni è importante, ma anche la  diversa possibilità degli interventi da parte delle stesse, in merito a imprese Bus e servizi pubblici non di linea, interventi incompatibili tra di loro per gli enormi vincoli che le Regioni devono rispettare,ad esempio nel Trasporto di Linea fondati su forme contrattuali sottoscritte con gli appaltanti del TPL.

Anche se le imprese Bus molto hanno a che vedere con quelle Vetture, gli interessi e le modalità dello svolgimento dell'attività, nonchè la normativa di riferimento, sono totalmente diverse; sta di fatto che nell'incontro di oggi in Regione Puglia poco si è discusso di servizi pubblici non di linea e spesso invece dei vincoli regionali che non consentono l'affidamento del TPL ai Bus turistici o comunque alle imprese che non sono concessionarie del servizio di Trasporto di Linea.
Sarebbe pertanto auspicabile che nel prossimo incontro si differenzino gli incontri al fine di entrare più in profondità sulle esigenze e modalità d'intervento nei due diversi settori.


Segreteria di Presidenza
Ilaria De Guz


©RIPRODUZIONE RISERVATA
Le informazioni pubblicate in questa pagina sono di proprietà di A.N.I.Tra.V. chiunque voglia riprodurre anche parte del contenuto sui propri supporti Web e non, è tenuto ad informare la direzione all'indirizzo e-mail anitrav@anitrav.com e riportare in chiaro il link della fonte.

Notizie Correlate