Autodichiarazione valida solo se cartacea.
E' quanto chiarito dalla Polizia Postale, che evidenzia che non possono essere considerate valide le applicazioni per smartphone o tablet che sostituirebbero l'autocertificazione cartacea.Ciò perchè l'autocertificazione deve essere firmata ed acquisita in originale dall’agente che effettua il controllo e che ne dovrà fare successiva verifica. Altra questione non trascurabile è come il ricorso a servizi non ufficiali né autorizzati da Autorità Pubblica esponga i cittadini ad una mancanza di tutela della privacy. I dati contenuti nell'autodichiarazione consentono di rivelare la frequenza e la tipologia del nostro spostamento unitamente alle ragioni personali che giustificano lo spostamento e questi dati possono riferirsi a informazioni sensibili relative allo stato di salute che vengono trattate da soggetti estranei. Secondo quanto stabilito dal Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR) la gestione di tali dati sensibili da parte di soggetti terzi è sottoposta a precisi obblighi di correttezza e trasparenza, consenso informato, limitazione del trattamento a specifiche finalità, aggiornamento, integrità e riservatezza.
Pertanto tale modalità ed obblighi sono posti a garanzia di tutti i cittadini contro potenziali e pericolosi abusi.
Per Vostra comodità A.N.I.Tra.V. pubblica nuovamente il modello di autodichiarazione predisposto dal Ministero dell'Interno affinchè tutti gli operatori del Noleggio Con Conducente possano portarlo con sè in caso di spostamenti per lavoro.

Ilaria de Guz

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Le informazioni pubblicate in questa pagina sono di proprietà di A.N.I.Tra.V. chiunque voglia riprodurre anche parte del contenuto sui propri supporti Web e non, è tenuto ad informare la direzione all'indirizzo e-mail anitrav@anitrav.com e riportare in chiaro il link della fonte.
 
Documenti collegati:

Notizie Correlate