Ci ritroviamo ai soliti pasticciacci tipici dell'Italia! Da qualche giorno solo alcune regioni hanno emesso ordinanze che permetto la ripresa "a pieno carico" per posti a sedere per il settore del trasporto pubblico comprensivo del noleggio con conducente. Tra queste, attualmente, si annoverano: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Puglia e Veneto.
Pertanto in tali regioni gli operatori NCC potranno finalmente "riempire" il proprio mezzo in base ai posti consentiti da omologazione ed indicati nella carta di circolazione, fermo restando le linee guida antiCovid.
Essendo ciò frutto, anche delle richieste fatte da A.N.I.Tra.V. negli incontri avuti nei giorni scorsi con codeste regioni di cui vi abbiamo già informato, non possiamo essere che contenti di questo piccolo tassello in direzione della ripartenza, ma non possiamo essere pienamente contenti. 
Tale decisione sarebbe dovuta scaturire dal Governo, al fine di poter mettere nella medesima condizione tutta la categoria ed invece, adesso, ci ritroviamo con un'ennesima discriminazione territoriale del settore, con un ennesimo motivi di concorrenza territoriale e con un'ennesima domanda: ma se io parto per un giro turistico dalla Liguria a "pieno carico", potrò mai raggiungere una delle regioni che non hanno permesso tale "liberalizzazione" o sarà soggetto a sanzioni?
Apprezzando quanto fatto dalle suddette regioni che così hanno dato una piccola spinta dal punto di vista turistico ed occupazionale, attendiamo una vera svolta per il nostro settore.

Ilaria de Guz

P.S. a disposizione degli associati le ordinanze di cui sopra.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Le informazioni pubblicate in questa pagina sono di proprietà di A.N.I.Tra.V. chiunque voglia riprodurre anche parte del contenuto sui propri supporti Web e non, è tenuto ad informare la direzione all'indirizzo e-mail anitrav@anitrav.com e riportare in chiaro il link della fonte.
 

Notizie Correlate