Respinti gli emendamenti proposti da ANITraV e presentati da Forza Italia e sostenuti anche dalla Lega, il noleggio con conducente e il taxi rimangono al palo, nessun sostegno concreto al settore dei servizi pubblici non di linea. Ci abbiamo provato, era un nostro dovere cercare di sensibilizzare il Governo sul dramma che il settore sta vivendo, perchè se domani lo stato di emergenza terminerà, i negozi, le aziende in generale riprenderanno a lavorare e due o tre mesi di fermo delle attività di certo non avranno danneggiato le attività più di tanto grazie anche ai provvedimenti di sospensione degli oneri contributivi, fiscali e mutui, la ripresa seppur lenta per tali attività ci sarà comunque in un tempo breve. Per le imprese del noleggio no! Gli NCC se saranno fortunati ricominceranno a lavorare come prima da marzo 2021, tra un anno, ma nel frattempo dovranno ricominciare a pagare i dipendenti, le tasse, i contributi INPS, i leasing dei veicoli, riprenderanno a pagare i ratei dei mutui e finanziamenti che già erano in essere prima dell'emergenza COVID-19, non potranno farcela, assolutamente saranno ditte, aziende in fin di vita e senza scampo.

Devo comunque ringraziare le forze politiche che, nonostante tutto, nonostante in passato non abbiano favorito gli NCC, questa volta ci hanno ascoltato ed hanno capito la grave situazione della Categoria, grazie a Forza Italia ed in primis alla Senatrice Bernini quale Capo Gruppo, la sottoscrizione di 60 Senatori di un unico gruppo politico sotto un emendamento pochè volte si vede nel corso dei lavori parlamentari, grazie anche al Sen. Mallegni, sempre di  F.I.

Ringrazio anche ed in particolar modo il Sen. De Vecchis della Lega per Salvini che ha dato tutta la sua disponibilità, ci ha ascoltato ed ha partecipato attivamente con noi nel tentativo di salvere NCC e Taxi, ringrazio anche l'amico comune Tiziano, non scrivo il cognome perchè essendo lui molto riservato so che non vorrebbe essere menzionato, ma chi ha lavorato con noi capirà a chi sono rivolti questi ringraziamenti.

Voglio dire per onestà intellettuale che la proposta e il grido di aiuto ANITraV lo ha inviato anche a tutti i Senatori del PD, M5S e Italia Viva, le forze politiche di maggioranza, che di fatto hanno respinto l'emendamento per mancanza di fondi, peccato!

Noi di ANITraV non molliamo e riproporremo l'emendamento nella corso della conversione a legge del DL 23/2020, perchè quanto chiediamo non solo è necessario ma non vi è altra soluzione per mantenere in vita le imprese del noleggio con conducente, l'accesso ad ulteriore credito previsto sia dal DL 23/2020 è l'ideale condizione per ammazzare il settore NCC e taxi, già di per se indebitato, per mutui precedentemente accesi per acquisto di autorizzazioni e licenze, costo del carburante, costo di leasing per le auto, polizze assicurative ecc.

Continuiamo a lavorare, non ci fermiamo e nonostante tutto, il Covid-19, una politica sorda, un Governo in affanno e senza soldi, le macchine ferme, i dipendenti a casa, nonostante tutto siamo convinti che ne usciremo fuori.

Nonostante tutto Auguro a tutti gli associati ed alla Categoria NCC una Serena Pasqua.

Il Presidente
Mauro Ferri


©RIPRODUZIONE RISERVATA
Le informazioni pubblicate in questa pagina sono di proprietà di A.N.I.Tra.V. chiunque voglia riprodurre anche parte del contenuto sui propri supporti Web e non, è tenuto ad informare la direzione all'indirizzo e-mail anitrav@anitrav.com e riportare in chiaro il link della fonte.