Nuovo chiarimento da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con circolare del 4 dicembre 2020,  circa la proroga di validità di alcuni documenti collegati alle abilitazioni alla guida  come anche degli attestati per il loro rilascio e/o  conferma di validità, a seguito dell'emergenza collegata al COVID-19.
Di seguito le proroghe:
- i documenti di identità con scadenza dal 31 gennaio 2020 sono prorogati fino al 30 aprile 2021:
-  i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e la data della dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19, conservano la loro validità per i 90 giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza. (Attualmente tale data è 31 gennaio 2021per cui la proroga è al 3 maggio 2021;
- i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi suddetti scaduti tra il 1° agosto 2020 ed il 4 dicembre 2020: la proroga si applica fino al 3 maggio 2021;
 - patenti di guida: quelle aventi scadenza dal 1° febbraio al 31 agosto 2020 sono prorogate di validità per un periodo di 7 mesi decorrenti dalla loro data di scadenza; soltanto per la circolazione in territorio italiano, le patenti in scadenza dal 31 gennaio al 29 aprile 2021, sono prorogate fino al 30 aprile 2021; le patenti italiane con scadenza compresa nel periodo dal 1 febbraio al 31 agosto 2020 sono valide per la circolazione negli altri Paesi UE, per i 7 mesi successivi alla data di scadenza;
- esami di revisione della patente di guida: sono sospesi i termini per sottoporsi a detti esami nel periodo intercorrente tra il 23 febbraio e il 15 maggio 2020;
- carte di qualificazioni del conducente CQC: -proroga della validità delle CQC in scadenza dal 1 febbraio al 31 agosto 2020 per un periodo di 7 mesi decorrenti dalla data di scadenza indicata su di esse;
-le CQC in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 gennaio 2021, conservano la loro validità per i 90 giorni successivi alla dichiarazione della cessazione dello stato di emergenza, cioè fino al 3 maggio 2021;
-le CQC in scadenza nel periodo compreso tra il 1° febbraio e il 31 agosto 2020, ma anche quelle in scadenza dal 1° settembre al 31 dicembre 2020, sono prorogate, in Italia, di 7 mesi.
Alla luce di tali disposizioni, si chiarisce che: su tutto il territorio dell’UE, Italia compresa, la validità delle CQC rilasciate da un diverso Paese UE con scadenza compresa nel periodo dal 1° febbraio al 31 agosto 2020, è prorogata di 7 mesi decorrenti dalla data di scadenza di ciascuna abilitazione; per quanto riguarda, invece, le CQC rilasciate in Italia si ritiene necessario distinguere tra:
- CQC con scadenza compresa tra il 31 gennaio e il 2 ottobre 2020: mantengono la loro validità, per il solo territorio italiano, sino al 3 maggio 2021, mentre sul territorio degli altri Paesi dell’UE, fruiscono della proroga di validità di 7 mesi dalla data di scadenza di ciascuna abilitazione prevista dal Regolamento;
- CQC con scadenza compresa tra il 3 ottobre e il 31 dicembre 2020: il termine di scadenza è prorogato di 7 mesi decorrenti dalla data di scadenza di ciascuna abilitazione. La validità è estesa a tutto il territorio dell’UE, Italia compresa;
- CQC con scadenza compresa tra il 1°gennaio e il 31 gennaio 2021: mantengono la loro validità, per il solo territorio italiano, sino al 3 maggio 2021,
 - gli altri certificati di abilitazione professionale in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 gennaio 2021, conservano la loro validità fino a 90 giorni successivi alla dichiarazione dello stato di emergenza;
- gli attestati CQC rilasciati al termine dei corsi di qualificazione iniziale in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 gennaio 2021, conservano la loro validità fino a 90 giorni successivi alla dichiarazione dello stato di emergenza;
- esami di revisione della qualificazione CQC: sono sospesi i termini per sottoporsi a detti esami nel periodo compreso tra il 23 febbraio e il 15 maggio 2020;
- esame di ripristino CQC: ai fini del computo dei 2 anni dalla scadenza della CQC non si tiene conto del periodo compreso tra il 31 gennaio e il 3 maggio 2021; a partire dal 4 maggio 2021, il titolare di CQC la cui scadenza ricade nel periodo compreso tra il 31 gennaio 2020 e  il 31 gennaio 2021, - prorogata al 3 maggio 2021 - può procedere al rinnovo della CQC stessa nei successivi 455 giorni, senza sottoporsi ad esame di ripristino;
 
Ilaria de Guz
 
©RIPRODUZIONE RISERVATA
Le informazioni pubblicate in questa pagina sono di proprietà di A.N.I.Tra.V. chiunque voglia riprodurre anche parte del contenuto sui propri supporti Web e non, è tenuto ad informare la direzione all'indirizzo e-mail anitrav@anitrav.com e riportare in chiaro il link della fonte.
 

Notizie Correlate