Con Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020 il Governo ha riconosciuto un contributo anche ai soggetti che svolgono servizio di Noleggio Con Conducente che dotano i loro mezzi di parete divisoria così come stabilito dall'art. 93 di cui riportiamo il comma 1:


Art. 93 (Disposizioni in materia di autoservizi pubblici non di linea)

1. Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, nonche' per garantire maggiori condizioni di sicurezza ai conducenti ed ai passeggeri, e' riconosciuto un contributo in favore dei soggetti che svolgono autoservizi di trasporto pubblico non di linea, che dotano i veicoli adibiti ai medesimi servizi di paratie divisorie atte a separare il posto guida dai sedili riservati alla clientela, muniti dei necessari certificati di conformita', omologazione o analoga autorizzazione. A tal fine e' istituito presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti un apposito fondo con la dotazione di 2 milioni di euro per l'anno 2020. Le agevolazioni consistono nel riconoscimento di un contributo, fino ad esaurimento delle risorse di cui al primo periodo, nella misura indicata nel decreto di cui al comma 2 e comunque non superiore al cinquanta per cento del costo di ciascun dispositivo installato.

Con Circolare del 14 aprile 2020 il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha chiarito le prescrizioni che debbono avere tali divisori, utili alla salvaguardia degli autisti e dei clienti, non riportiamo le prescrizioni tecniche in quanto di particolare interesse degli installatori, mentre risulta chiaramente esplicato che, qualora tali divisori siano installati in after-market, non ricorrono le condizioni per procedere all’aggiornamento della carta di circolazione a seguito di visita e prova a norma dell’art. 78 del Codice della strada. "...... L'installazione della paratia non deve interferire con gli ancoraggi delle cinture di sicurezza e dei sedili, né deve alterare od ostacolare il funzionamento degli altri dispositivi di sicurezza originari del veicolo sul quale sia stata installata, come ad esempio gli airbag laterali (soprattutto se sono di tipo “a tendina”). Tali dispositivi debbono essere muniti di certificati di conformità, omologazione od analoga autorizzazione.
A tal fine, l'installatore rilascia apposita dichiarazione, redatta secondo il fac-simile riportato in allegato, di corretta applicazione a regola d’arte e di aver rispettato, tra l’altro, le specifiche di montaggio del costruttore della paratia divisoria e, se necessario, del costruttore del veicolo. La dichiarazione sarà tenuta a bordo del veicolo per essere esibita agli Organi di polizia stradale e in sede di revisione annuale del veicolo....."

Ilaria de Guz


©RIPRODUZIONE RISERVATA
Le informazioni pubblicate in questa pagina sono di proprietà di A.N.I.Tra.V. chiunque voglia riprodurre anche parte del contenuto sui propri supporti Web e non, è tenuto ad informare la direzione all'indirizzo e-mail anitrav@anitrav.com e riportare in chiaro il link della fonte.

 

Notizie Correlate