Il 28 ottobre 2020 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale l'ultimo Decreto Legge cosiddetto Ristoro, che ha  introdotto un contributo a fondo perduto anche per le imprese Noleggio Con Conducente mediante autovettura.
Requisito principale è la perdita di fatturato ad aprile 2020 sullo stesso mese del 2019. Per avere diritto al ristoro bisogna aver incassato un terzo in meno: il fatturato di aprile 2020 deve essere inferiore ai due terzi rispetto ad aprile 2019, ad eccezione delle attività aperte a partire da primo gennaio 2019 a cui  spetta l’indennizzo anche in assenza di tale requisito. Rispetto agli indennizzi dei mesi scorsi vi è  il diritto anche per le imprese che nel 2019 hanno fatturato più di 5 milioni di euro che avranno un indennizzo pari al 10% della perdita di ricavi di aprile 2020 sullo stesso mese 2019. Sono esclusi dal tale indennizzo coloro che hanno aperto la partita IVA dopo il 25 ottobre 2020.
L'indennizzo è pari al 100% applicato al codice Ateco 493220 NCC autovetture che, comunque, va calcolato sulla base della perdita di fatturato di aprile perciò:
  • Imprese con fatturato 2019 fino a 400.000,00 euro: prima calcolano il 20% della perdita di fatturato di aprile 2020, poi applicano il coefficiente del Decreto Ristori;
  • Imprese con fatturato 2019 fra 400.000,00mila e 1 milione di euro: prima calcolano il 15% della perdita di fatturato di aprile, poi applicano il coefficiente del Decreto Ristori;
  • Imprese con fatturato 2019 fra 1 e 5 milioni di euro: prima calcolano il 10% della perdita di fatturato, poi applicano il coefficiente del Decreto Ristori;
  • Fatturato sopra i 5 milioni di euro: l’indennizzo è sempre pari al 10% della perdita di fatturato di aprile 2020.
L’indennizzo minimo per le persone fisiche è pari ad euro 1.000,00  mentre per le imprese è pari ad euro 2.000,00; il massimale è invece pari ad euro 150.000,00.