Cosa abbiamo fatto:
ANITraV in primis ma anche Federnoleggio e FAI Trasporto Persone in questi ultimi mesi hanno fatto il possibile per cercare di far capire al Governo che quanto emanato con la Legge n. 12/2019 art. 10bis, non solo era ed è un dettato che viola il Diritto della U.E ma anche una violazione dei principi della Carta Costituzionale che da regole sui diritti e i doveri dei cittadini italiani e dello Stato italiano.

Visto la totale indifferenza del Governo alle richieste di invertire la rotta, le associazioni hanno prodotto atti e azioni che hanno investito la Commissione Europea e le Regioni con il risultato che la Commissione UE ha avviato una procedura d'infrazione all'Italia proprio per l'emanazione di una norma (art. 10bis legge 12/2019) che viola il Diritto Comunitario UE, La Regione Calabria ha impugnato l'art. 10bis della legge 12/2019 presso la Corte Costituzionale e la Conferenza Unificata delle Regioni ha rigettato la legge chiedendo l'apertura di un tavolo al fine di modificare la medesima legge.

Ultimo tentativo per indurre il Governo a sospendere l'applicazione della novella legge oggi, con un risultato davvero sconcertante che non merita neanche menzione.

Dalle ore 00.00 del giorno 14 maggio inizia la strage degli innocenti, condotta dalla più totale demenza e nella più totale indifferenza, con la complicità degli idioti per antonomasia e di quei poveri addetti ai lavori che dovranno mostrare i denti sulla strada per ordine del grillo parlante e che rischieranno di essere portati nelle aule dei tribunali visto che di fatto l'applicazione delle sanzioni previste dalla legge sono pensate per violazioni che saranno difficilmente indivuduabili con gravi conseguenze per chi vorrà soddisfare la perversa voglia di chi ha poi voluto una legge impossibile da applicare.

Alla Categoria NCC, a tutti gli operatori vorrei chiedere di essere calmi, sereni, nonostante la drammatica e surreale situazione, le Associazioni stanno programmando una manifestazione e daranno informazioni tra qualche giorno, sappia la Categoria che anche chi pensa di essere in regola con la legge non lo sarà, perchè è impossibile operare secondo i dettami della stessa, quindi al di la delle autorizzazioni Roma o di altri comuni, nessuno potrà operare, il Governo o chi per esso ha deciso di fare una strage in favore di pochi eletti.

Vinceremo ne potete stare certi e qualcuno pagherà i danni per ciò che ha organizzato e pensato, mi vergogno di essere italiano, mi vergogno quando vedo che muoiono persone in mare, mi vergogno quando sento che invece di dare lavoro il Governo provvede a dare il reddito di cittadinanza, o fa finta di darlo, mi vergogno di essere italiano quando il mio interlocutore, dinnanzi ad una scomoda verità, non sa che diavolo dirmi e tira i remi in barca, mi vergogno per la nostra italia quando penso che tanta gente è morta per la democrazia, per la libertà e per combattere la dittatura ed oggi invece viviamo in una dittatura, quella generata dal ricatto e dalla prepotenza di chi si sente o pensa di essere tropo potente.

Ma noi ce la faremo, saremo ancora una volta uniti per gridare al mondo che il populismo e il sovranismo paga solo chi non ha nulla da dire, chi non è testa pensante e vuole che pensino gli altri per loro, le Associazioni del mondo NCC sono unite oggi più che mai ed io stesso oggi ho parlato con i rappresentanti di quelle sigle più rappresentative per concordare il cosa fare, ed insieme abbiamo deciso di dare presto una risposta civile ed immediata ed entro il 16 maggio verrà comunicata alla Categoria, che questa volta non potrà non rispondere alla chiamata.

Per ora grazie e spero che nelle prossime 12 ore questo Governicchio oltre a darsi da fare per fare campagna elettorale, venga illuminato dalla ragionevolezza e per chi crede dal Signore.

Il Presidente
Mauro Ferri
 
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae

Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni