Senza indugi in Piazza, contro gli otto anni che sono passati dal 2008 anno in cui con una norma fatta dai tassisti romani e presentata da politici collusi con questi che ha ingessato 80.000 imprese del mondo dell'imprese di NCC.

Nella giornata di ieri 16 marzo le sigle taxi, convocate dal MIT e MISE, hanno chiesto e ottenuto in cambio del rientro della manifestazione prevista per il 18 marzo il ritiro di tutti gli emendamenti presenti in Senato ed in via di approvazione al DDL 2085 (Disegno di Legge per concorrenza) dove si sarebbe detto fine all'anacronista norma del rientro degli NCC nella rimessa situata nel comune di rilascio dell'autorizzazione e di altre vincolanti prescrizioni contenute nel comma 1 quater art. 29 del DL 207/2008.

I noleggiatori italiani non possono più accettare l'apaticità dei Governi e del Parlamento su questo tema, i noleggiatori hanno il diritto di poter lavorare li dove c'è mercato, dove la mobilità dei cittadini richiede una maggiore prestazione di servizi di trasporto.

I noleggiatori italiani non possono e non voglio più attendere l'evento del giorno che non consente la modifica di una norma voluta dai tassisti romani per un settore non di loro competenza.

Per questo le più grandi e rappresentative associazioni dei noleggiatori ed in primis l'ANITraV hanno proclamato dal 25 marzo prossimo diverse manifestazioni di protesta in tutte le città italiane più importanti da Milano a Palermo.

Una Pasqua di passione e di blocco delle autostrade, i cittadini italiani devono sapere che il Governo italiano è sotto ricatto della Lobby più potente che mai si sia conosciuta e che lo ricatta con la minaccia di mettere a ferro e fuoco le città, i tassisti.

Le manifestazioni inizieranno il 25 marzo pv e si protrarranno per tutte le festività pasquali per terminare indicativamente sino a quando il Parlamento non inserisca nella Legge Delega che si appresta a fare l'abrogazione del 29/1quater, si chiama la Categoria NCC ad un grande sacrificio ma è indispensabile alla vita stessa della Categoria.


Verranno comunicate modalità e tempi, ricordiamo che il 24 merzo le associazioni si troveranno al Ministero dei Trasporti in via Nomentana 2 per le ore 15.00 poichè convocate dal Capo di Gabinetto ed è in quella sede che la richiesta dell'abrogazione del 29/1quater sarà presentata e si esigerà una risposta IMMEDIATA che se positiva sospenderà le manifestazione se negativa sarà guerra !!!

NON POSSIAMO SEDERCI AL TAVOLO DELLE TRATTATIVE CON I TASSISTI ROMANI COME SCONFITTI E CON IL 29/1 QUATER SULLA TESTA !!!!!

Il Presidente
Mauro Ferri
 

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni