Un'Italia guidata da politici senza palle che antepongono all'interesse generale e alle esigenze della gente e del mondo imprenditoriale logiche elettorali per il mantenimento delle poltrone.

Dopo otto anni che le imprese del mondo NCC soffrono di una modifica alla Legge 21/1992 che se pur sospesa nell'efficacia attuativa sta determinando danni enormi alla Categoria ed agli operatori, dopo le audizioni delle Associazioni in Commissione X al Senato, dopo che numerosi Senatori avevano presentato emendamenti al DDL 2085 atti a rendere la Legge 21/1992 più adeguata ai tempi moderni, cosa accade?

Semplice, c'è il referendum ed allora è meglio lasciano tutto invariato spostando ancora di un paio di anni la risoluzione del problema.

Il parlamento se ne lava le mani e passa la palla al Governo che sentite e risentite le Associazioni di Categoria dovrà decidere cosa fare della L. 21/1992... intanto in Italia gli operatori NCC sfiniti dagli attacchi di alcune sigle di tassisti romani, tra due anni saranno decimati.

Oggi le maggiori Associazioni del mondo NCC si riuniranno a Roma presso la sede della CNA per organizzare una manifestazione nazionale di protesta in concomitanza della discussione in aula del Senato relativa all'approvazione del DDL 2085.

in allegato il testo definitivo dell'emendamento delega al Governo
Roma 8 settembre 2016

Segreteria di Presidenza

Torna alla lista        Stampa
Documenti collegati:
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni