Cari Associati,
si chiude un altro anno che ha visto la nostra Associazione impegnata su tutto il territorio nazionale, da nord a sud, in una campagna di informazione ed assistenza alle Amministrazioni Pubbliche nonché in interventi  di carattere giudiziale nei confronti di quelle Amministrazioni che nonostante le nostre informative hanno ritenuto di non tenerne conto nella stesura di regolamenti o norme, intraprendendo così percorsi normativi incostituzionali o discriminatori.

Proprio grazie ai suddetti interventi  nei confronti di Comuni, Province e Regioni, la nostra Associazione ha avuto modo di confermare ed affermare la ragione delle proprie tesi, riportando nei binari costituzionali le attività delle amministrazioni pubbliche condannate dai vari tribunali.

L’ANITraV, in questo anno che si avvia alla conclusione, ha ampliato la sua presenza in tutto il territorio nazionale, assumendo ruoli importanti all’interno delle commissioni tecniche consultive, nei tavoli istituzionali e per ultimo presso il Ministero dei Trasporti per riscrivere il Regolamento sulla sicurezza della navigazione nella Laguna Veneta.

Sulla spinta di logiche fondate sulla Costituzione Italiana e sui principi dettati dai Trattati  dell’Unione Europea è riuscita ad abbattere tutte quelle barriere artificiose innalzate, dai vari amministratori pubblici al soldo delle lobby di potere, con l’intento di ostacolare l’esercizio della libera attività delle imprese di noleggio con conducente. Tanti potrebbero essere gli esempi, vogliamo ricordarne i due più importanti, l’annullamento delle delibere e determine volute dall’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno e quelle volute dall’assessore alla mobilità del comune di Milano Francesco Maran, le prime annullate dal TAR Lazio e le seconde sospese nell’efficacia attuativa dal TAR Lombardia.

Nel corso dell’anno 2013 la nostra Associazione ha portato in giudizio molteplici amministrazioni, ha denunciato all’Autorità Giudiziaria i comportamenti illegittimi di alcuni responsabili del settore taxi, ha fatto annullare centinaia di avvii di procedure di revoca di autorizzazioni fondate su normative non entrate in vigore (comma 1 quater art. 29 Legge 27 febbraio 2009 n 14), ha modificato regolamenti comunali  su percorsi appunto costituzionali e comunitari come ad esempio sta accadendo nella provincia di Treviso, come è accaduto a Civitavecchia o come sta accadendo in Sicilia nella provincia di Siracusa.

Desidero anche ricordare che l’ANITraV ha segnalato all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato comportamenti contrastanti i principi che tutelano la concorrenza ottenendo numerosi riscontri e risultati positivi.

Ogni giorno contiamo nuovi associati anche grazie ai servizi che ANITraV mette a disposizioni dei propri simpatizzanti, che vanno dai finanziamenti per acquisto auto ai contratti di polizza assicurativa per autovetture immatricolate a ncc.

Tutte queste attività politico sindacali sono state possibili grazie ad un lavoro di squadra ed alla attiva partecipazioni dei consiglieri, dei responsabili regionali e provinciali della struttura associativa ai quali va un mio particolare ringraziamento.

Al termine di questo resoconto voglio augurare a tutti un Buon Natale ed un Anno 2014 migliore di quelli passati, con un particolare pensiero ancora rivolto al nostro collega noleggiatore della Lombardia che alcuni giorni fa fu arrestato in Germania con l’accusa di traffico di clandestini e che in meno di 24 ore siamo riusciti a riportare a casa.

                                                                 Buone Feste      

Roma lì, 20 dicembre 2013

Il Presidente

Mauro Ferri

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni