"Naturalmente siamo soddisfatti per l'aspetto pratico ma certamente questa sentenza apre un problema di aspetto politico tra il Sindaco Ignazio Marino, l'Assessore Guido Improta ed il Governo, in particolar modo con Il Ministro Maurizio Lupi; infatti nonostante  quest'ultimo si stia impegnando per la soluzione della vicenda ncc/taxi/uber il Comune di Roma ha deciso in modo autonomo ed improprio di porre limiti all'accesso del territorio (indefinito) di Roma Capitale consapevole di fare un tiro mancino al Governo" -così il Presidente ANITraV Mauro Ferri come saputo della vittoria al TAR Lazio - " Mi aspetto ora da parte dell''Assessore alla Mobilità di Roma, alla luce di due sentenze negative nel giro di 48 ore una presa di coscienza che porti alle dimissioni irrevocabili."
" Le responsabilità delle maggior tensioni che si sono sviluppate e che potrebbero sfociare in ulteriori scontri tra categorie di lavoratori dovranno esclusivamente cadere sulle spalle di una Amministrazione Comunale troppo intenta ad interessi estranei alla gestione del bene pubblico."

"Un complimento va al nostro legale Silvia Armati che ha tutelato in aula l'interesse non solo dei nostri associati ma di tutta la categoria degli ncc ed a tutto lo staff della nostra associazione che negli ultimi giorni si è impegnato a mettere in atto tutte le iniziative necessarie volte alla tutela della categoria ncc."

Il Presidente
Mauro Ferri

In allegato Ordinanza Tar Lazio.

Torna alla lista        Stampa
Documenti collegati:
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni