Ci domandiamo fino a quando dovremo sopportare l'amministrazione comunale di Ignazio Marino, mentre lui se la gode ai Caraibi, il suo assessore spara "bordate" tipo quella battuta dalle agenzie e riportata al seguente link

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/lazio/giubileo-rivoluzione-traffico-a-roma-per-i-bus-turistici-ticket-di-mille-euro_2130752-201502a.shtml

Per capirci meglio, un bus che partirebbe da Terni e volesse portare dei pallegrini in visita a Roma per il Giubileo dovrebbe far pagare ai trasportati oltre al normale costo del tour un ulteriore costo pari a 1.000,00 euro relativo al permesso giornaliero per entrare nella Capitale e se detto Bus dovesse rimanere a Roma pre 4 giorni ebbene questi dovrebbe pagare al Comune di Roma ben 4.000,00 euro per gli accessi al territorio della Capitale.

Il risultato di questa politica becera sarà un aumento della disoccupazione nel settore del trasporto persone ed al contempo dare vantaggio alle attività  delle aziende pubbliche di trasporto che dipendono dalla stessa amministrazione capitolina; un principio che viola le normative che tutelano la concorrenza e stabiliscono un monopolio nel trasporto persone di Roma.

"Se vuoi andare in centro strapaghi, come nelle altre città europee..." queste le parole dell'assessore che sicuramente è male informato poichè nelle città europee non strapaghi ma si paga il giusto e a fronte di servizi messi a disposizione delle imprese Bus e dei conducenti, a Roma detti servizi non esistono neanche per i disabili.

Ci auguriamo che le imprese Bus italiane aderiranno alla protesta che ANITRAV intende mettere in piedi a seguito della Delibera che l'assessore Stefano Esposito emanerà nei primi giorni di settembre e ci auguriamo che anche le altre associazioni aderiscano alla protesta.

Il Presidente
Mauro Ferri

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni