ANITraV e le associazioni presenti quali ANC, CNA, FAI Confcommercio, Federnoleggio e Federncc Confcommercio Roma hanno rappresentato l'assurdità della Delibera 379 che come  noto a tutti, a seguito dell'Ordinanza del TAR Lazio, deve essere rivista; Il nostro Presidente nell'intervento ha invitato il Comune di Roma a prendere atto dell'impossibilità d'applicazione della Delibera dopo l'Ordinanza del TAR poichè i punti che devono essere modificati di fatto smontano tutto l'impianto della delibera stessa.

Presenti all'incontro per ANITraV erano il Presidente Mauro Ferri ed il Direttore Nazionale Giuseppe Di Resta,ottimi gli interventi di tutti i rappresentanti delle associazioni che all'unisono si sono trovati ad esporre i motivi per cui è necessaria una concertazione per un nuovo regolamento che sia in linea con i principi costituzionali e comunitari.

Momenti di tensione ci sono stati quando le associazioni hanno accusato il Comune di Roma di una cattiva gestione del denaro pubblico per l'invio di raccomandate alla categoria che comunicavano la cancellazione dalla "lista bianca" degli ncc ed ancora quando il Comune è stato accusato di avere la grande colpa sul mancato rilascio di autorizzazioni ncc visto che queste non vengono rilasciate da 23 anni mentre le licenze taxi sono cresciute in modo sproporzionale con il rilascio delle ultime 2.500 licenze
 
Le associazioni hanno fatto delle richieste anche alla luce delle prossime udienze al TAR Lazio dove si discuteranno i ricorsi dell'ANC (18 marzo pv), della Federnoleggio ( 1 aprile pv) e dell'impresa Palazzi, che potrebbero portare ad ulteriori Ordinanze di sospensione su altri punti critici della Delibera 379 quali ad esempio la discriminazione tra operatori dello stesso settore (autorizzazioni di Roma e di altri comuni).
 
La delegazione del Comune di Roma, che come detto era rappresentata dall'avvocatura comunale, dal capo di Roma Mobilità e dal responsabile della Direzione della Mobilità nonché e per l'aspetto politico, dal dott. Fabrizio Di Stasio, pur ribadendo l'intenzione di emanare nei prossimi giorni una nuova Delibera, prendendo atto delle richieste, ha riferito che avrebbe riportato il tutto alla decisione dell'assessore Guido Impronta.
 
Per quanto, ANITraV e le altre associazioni hanno deciso di mantenere lo stato di agitazione della categoria non escludendo una nuova manifestazione che a seguito delle risposte del Comune di Roma, potrebbe essere indetta già dai prossimi giorni.
 
Invitiamo la categoria a seguire e rimanere informati sul sito www.anitrav.com"  che verrà aggiornato tempestivamente sugli eventi che seguiranno
 
Roma 10 marzo 2015
 
Il Direttore Giuseppe Di Resta

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni