Continua la lotta contro l'indecenza del Comune di Roma che vede i protagonisti della vicenda ncc indagati per storie sconcertanti, nell'ambito delle iniziative che ANITraV sta portando avanti è pronto un nuovo ricorso al TAR Lazio contro le restrizioni imposte dal Comune di Roma nella persona del Sindaco Ignazio Marino, dell'assessore alla mobilità Guido Improta alle imprese del noleggio con conducente, norme emanate su richiesta di alcuni personaggi del mondo taxi e dall'ANAR e che favoriscono in modo osceno proprio questi ultimi.

Si fa presente che ANITraV sta valutando la possibilità di depositare presso la Procura un esposto nella speranza che si possa fare luce su come e perché il Sindaco di Roma e l'assessore con il suo staff abbia pensato ed elaborato una delibera illegittima e palesemente contrastante con le indicazioni del Governo e dell'AGCM che si sono espressi più volte su altre Delibere comunali dando indicazioni opposte a quanto stabilito dalle stesse delibere, grande responsabilità secondo ANITraV ricadono anche sulla Direzione della Mobilità nonché sul responsabili dell'avvocatura comunale che consapevoli delle follie espresse nella delibera ha comunque dato pareri favorevoli.

Il Presidente
Mauro Ferri

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni