Si prospetta un autunno caldo per la mobilità a Roma, le imprese di Bus stanno sul piede di guerra e presto, se le cose non cambieranno, scenderanno in piazza con una mobilitazione nazionale del settore.
 

Nel corso dell'assemblea tenutasi a Roma venerdi 11 settembre u.s., la prima di una lunga serie che sono preludio di una grande manifestazione di piazza a Roma, i vari rappresentanti delle associazioni, tra cui anche ANITraV, rappresentata da Giancarlo Garbo, Luciano Magro e Giuseppe Di Resta, hanno espresso tutto il loro disappunto per la decisione presa dall'assessore alla Mobilità del Comune di Roma, che senza una necessaria e ragionevole concertazione con le stesse associazioni ha deciso di portare i permessi di accesso a Roma ad euro 1.000,00 giornaliere.

Mentre le associazioni, dopo l'incontro con lo stesso assessore Esposito, sono ancora in attesa di una risposta da parte del Comune di Roma, è già pronta una richiesta di incontro con il Prefetto unico soggetto delegato alla gestione delle attività in occasione del Giubile.

La vicenda tocca non solo le imprese di Roma o del Lazio ma coinvolge tutte le imprese italiane del settore primo perchè i vari tour che le agenzie stanno programmando per il Giubileo coinvolgono anche imprese Bus della Toscana, della Lombardia, del Veneto, della Campania e del Piemonte, secondo perchè sarebbe ora che le varie Amministrazioni Comunali la smettano di mettere in piedi tasse irragionevoli che di certo non fanno bene allo sviluppo del Paese Italia.

La frode che i Comuni mettono in essere per i turisti che raggiungono le varie città è semplice, fanno prima pagare il permesso di accesso al proprio territorio ai turisti che arrivano in pullman poi agli stessi turisti gli richiedono la tassa di soggiorno.

Mentre per coloro che raggiungono in altri modi le città si parla solo di tassa di soggiorno.

una botta spaventosa alla categoria dei Bus e le dichiarazioni dell'assessore Esposito non aprono scenari favorevoli per le imorese del settore e per il turismo in generale, infatti contro l'annunciato provvedimento sono anche le associazioni delle guide turistiche, la Fiavet e Federalberghi.

Il Direttore
Giuseppe Di Resta

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni