Dal 1 maggio 2016 ogni tassista e noleggiatore che per servizio deve portare clienti a Positano è obbligato a versare per ogni ingresso euro 5,00 nelle casse del Comune oltre, se deve attendere i propri clienti, al pagamento del parcheggio comunale.

Un costo enorme, assurdo e illegittimo per gli operatori del servizio pubblico non di linea.

Anitrav in questi ultimi 15 gg di maggio ha avuto un incontro con l'Amministrazione comunale di Positano e convocato due assemblee di categoria, inviato una prima nota con chiari riferimenti normativi al Comune di Positano che ha poi portato al suddetto incontro e di ieri l'ultima lettera inviata dove si invita ancora il Comune ad annullare la Delibera di Giunta e dove si propone una soluzione al fine di agevolare il lavoro degli operatori taxi e NCC, la viabilità e dove, soprattutto, si creino condizioni di sostenere il turismo in una meravigliosa cittadina come Positano.

In questa ultima nota si chiarisce che in caso di non riscontro da parte dell'Amministrazione Pubblica Locale, l'ANITraV mettera in atto tutte le iniziative sindacali di protesta consentite dalla Legge ed avvierà un ricorso al TAR Campania.

Aggiorneremo su quanto avverrà, anche perchè questa vicenda non coinvolge solo gli operatori taxi ed NCC campani ma anche molti operatori che lavorano con il settore turismo e che con tour organizzati arrivano a Positano da diverse città italiane come Roma, Firenze ecc.

Il Presidente
Mauro Ferri

 

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni