Nella riunione dello scorso 14 luglio, tenutasi tra le Imprese Bus che operano anche su Roma Capitale e le associazioni di categoria, è emerso il grande disappunto per la proposta del Piano Bus presentata dall'Amministrazione Capitolina.
Se la sindaca Raggi ha deciso di ammazzare il turismo e le imprese e pensa solo a fare cassa, i cittadini romani non ci stanno.
La pensano così le imprese bus con tutto l'idotto lavorativo, i commercianti, gli albergatori ed i cittadini romani che grazie all'applicazione del nuovo piano bus vedranno un enorme calo di afflusso di turisti con ulteriore aggravio di mancati introiti e di circolo di danaro utile all'economia ed all'Italia tutta.
L'Assessora Meleo ha trovato il metodo più rapido per impinguire le casse comunali, ma uccidere il turismo e le imprese porterà ad un mero introito nel breve periodo, se mai i turisti accetteranno questo aumento di tariffe che supera il 1000 per cento; valorizzare il patrimonio storico di Roma ed incentivare il turismo porta guadagno, non il contrario.
A.N.I.Tra.V. non ci sta ed affiancherà le imprese che vogliono operare nel rispetto e nell'interesse della Città e non dell'Amministrazione Capitolina.
Lo stato di agitazione della categoria permane, in attesa del prossimo incontro del 3 agosto che si terrà con l'Assessore Meloni.

Roma lì 18 luglio 2017
Ilaria De Guz

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Le informazioni pubblicate in questa pagina sono di proprietà di A.N.I.Tra.V. chiunque voglia riprodurre anche parte del contenuto sui propri supporti Web e non, è tenuto ad informare la direzione all'indirizzo e-mail anitrav@anitrav.com e riportare in chiaro il link della fonte.

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni