Il nostro Presidente ha sollecitato Giulio Aloisi per far intervenire la politica a supporto dei noleggiatori chiedendo una ulteriore interrogazione parlamentare che mettesse in luce i gravi fatti che stanno accadendo in alcune regioni italiane, in Abruzzo, in Campagna ed in Sicilia ci sono noleggiatori che vengono denunciati dalle Forze dell'Ordine per non rimettere le autovetture nelle rimesse indicate nell'autorizzazione ed ancor peggio per esercitare l'attività di ncc al di fuori del territorio del comune che ha rilasciato l'autorizzazione.

Ora dopo essere intervenuta presso le FF.OO, Amministrazioni Locali (Comuni, Regioni e Provincie, dopo aver richiesto interventi chiari al Governo che di fatto ha risposto positivamente (si guardino le motivazioni che hanno determinato l'ulteriore proroga della sospensione del comma 1 quater), dopo gli esposti alle Procure della Repubblica di Roma, Teramo, L'Aquila e Nola, non sapremmo davvero più cosa fare.

Intanto l'ingiustificato accanimento contro i ncc traspare dagli atteggiamenti di alcuni uomini del GIT, ecco l'ultima :

tempo fa si ricorderà che un nostro collega veniva fermato a Ciampino Aeroporto da due agenti del GIT di Roma i quali con arroganza e senza sentire ragioni elevavano un verbale al solito malcapitato contestandogli il fatto di non essersi attenuto alle disposizioni della L 21/1992 così come modificata dal comma 1 quater.

Anitrav sosteneva legalmente il collega e associato e il Giudice di Pace sospendeva il verbale con tutti gli annessi e connessi dando con estrema chiarezza le motivazioni di tale decisione, rinviando la sentenza a gennaio 2013.

A questo punto il collega ricominciava a lavorare perdendo dolo 5 o 6 giorni di lavoro per l'incompetenza degli agenti accertatori che non contenti, nonostante tutto sembra abbiano inviato una segnalazione al comune che aveva rilasciato l'autorizzazione ncc  al collega invitando questi ad applicare le sanzioni previste dalla Legge regionale del Lazio n 58/1993 così come modificata dall'altra geniale invenzione dei soliti tassisti romani con la complicità dell'allora assessore ai trasporti della regione Lazio, Giulio Gargano (coinvolto poi nello scandalo sulla sanità del Lazio e uscito poi dalla scena politica).

Sapete quale sarebbe la sanzione?
trenta giorni di sospensione dell'autorizzazione...ma come se il Giudice ha detto che il verbale non ha motivi di essere? perchè sto povero cristo ora deve rimanere fermo per 30 giorni ?

Bene il nostro Presidente ha già scritto al responsabile del procedimento ed ora attende una risposta, intanto i legali faranno l'accesso agli atti per capire cosa sia accaduto e poi... qualcuno ne pagherà, ci auguriamo, le conseguenze.

Segreteria di Presidenza



Le informazioni riportate in questa pagina sono di proprietà di A.N.I.Tra.V. Associazione Autonoleggiatori a livello Nazionale. Chiunque voglia riportare anche parte del contenuto sui propri supporti Web e non è tenuto ad informare la direzione all'indirizzo e-mail anitrav@anitrav.com e riportare in chiaro il link della fonte.
 

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni