Ferri, presidente Anitrav: “Siamo pronti a far sentire la nostra voce ed a manifestare contro un provvedimento anticostituzionale, folle e assurdo: un attacco alla categoria dei noleggiatori”. Mercoledì 7 marzo è atteso il pronunciamento del Tar, il quarto: i tre precedenti sono stati a favore dei lavoratori DI M.G. STELLA

“Siamo ostaggio della lobby dei tassisti che cerca di monopolizzare sempre di più il mercato romano grazie all’appoggio di una politica compiacente”. E’ durissima la condanna di Mauro Ferri, presidente di Anitrav, associazione nazionale imprese trasporto viaggiatori, che tutela la categoria dei ncc, noleggio con conducente.

Il nuovo regolamento che entrerà in vigore il prossimo 8 marzo rischia infatti di mettere sul lastrico oltre 4500 noleggiatori che operano a Roma, che si scontreranno contro i punti della nuova  delibera capitolina definita “folle e anticostituzionale” da Anitrav.

E intanto mercoledì 7 marzo è atteso il pronunciamento del Tar del Lazio – il quarto, fa notare il presidente Ferri – per l’annullamento di un “regolamento comunale assurdo, incostituzionale e vincolante nei confronti di migliaia di imprese che civilmente lavorano anche sul territorio capitolino”. Per la cronaca: le precedenti sentenze emesse dal Tribunale del Lazio sono state tutte in favore degli ncc. E adesso? Probabilmente, poiché il ricorso è stato esaminato dalla stessa componente (4° Collegio, Sezione 2) che li ha valutati a partire dal 2003, è lecito attendersi analogo pronunciamento. E dunque? “Manifesteremo in Campidoglio: non è più possibile subire mentre permane l’unica volontà dei tassisti di entrare nel mercato romano del trasporto con gli opportuni appoggi politici”, spiega il rappresentante di Anitrav.

LA MANIFESTAZIONE – Il sit-in di protesta potrebbe aver luogo lo stesso 8 marzo o, in alternativa, il 12 marzo sì da permettere una maggiore adesione degli imprenditori. La data sarà decisa nel corso dell’assemblea che si svolgerà lunedì 5 marzo, alle ore 20, presso il centro congressi Expò di via della Scafa, 143, a Fiumicino. “Non mi spaventa il fatto di essere soli come Anitrav contro tutti e per tutti”,  prosegue il presidente Ferri: “intendo ovviamente il  Comune di Roma e i compagni di merende del sindaco Gianni Alemanno, i tassisti ed alcune sigle di noleggiatori con autorizzazione di Roma che si sono costituiti per l’udienza di mercoledì a favore del regolamento comunale. Non mi spaventa”, chiarisce, “perché, come ho detto, credo nella legge e perché alle spalle ho migliaia di imprese associate pronte a far valere i propri diritti”.

IL NUOVO REGOLAMENTO - Dall'8 marzo 2012 sono previste dunque delle nuove regole per circolare a Roma per i noleggiatori titolari di licenza rilasciata da un comune diverso da Roma. Si tratta di ben 16 punti che scoraggerebbero il più volenteroso dei lavoratori. Si chiede tanto e di più. La nuova delibera, oltretutto, precisa Anitrav, ricalca quella presentata dalla giunta Veltroni. Cosa dimostrerebbe questo? Un “attacco sfrenato e folle” alla categoria. Ma c’è di più. A Roma sono titolari di licenze di taxi 8mila autisti contro le 1000 autorizzazioni concesse ai ncc romani. Ed è dal 1992 che non è più stato emesso alcun bando nella Capitale: sono trascorsi 20 anni nel totale immobilismo.

GASPARRI – “E la “pirateria” messa in atto da Maurizio Gasparri?”, aggiunge Mauro Ferri. “Nel 2008, nell’ambito del mille proroghe, fu emanato un decreto legge. Ma lo stesso il 27 febbraio 2009 fu ritenuto anticostituzionale e benché di fatto legge ne fu chiesta una sospensiva dell’efficacia: da tre anni è tutto fermo. Chiediamo una revisione a nostro favore”. Tra i lavoratori, intanto, è alta la tensione e la preoccupazione: la crisi attuale non fa che acuirle e lo spettro della perdita del lavoro reale. Praticamente impossibile, affermano, lavorare alle nuove condizioni anche se lavoratori romani o della provincia. “Nel corso dell’assemblea i nostri avvocati illustreranno i punti cardini del ricorso contro tale regolamento: faremo presente ai noleggiatori quali iniziative l’associazione intende promuovere sia nel caso dovessimo perdere al Tar sia nel caso dovessimo vincere. Il direttore nazionale Anitrav, Giuseppe Di Resta, precisa: “I noleggiatori sono pronti a scendere in piazza per far ascoltare la propria voce e tutelare il loro onesto lavoro che oggi rischia di finire per volontà di un sindaco in mano ad una lobby”.

Maria Grazia Stella





Il Faro.it
 
Ncc Fiumicino, lunedì assemblea contro il regolamento del Campidoglio
"A rischio 4500 lavoratori per colpa delle lobby ed del sindaco"

Il Faro on line - "Mercoledi' sara' l'ultimo tentativo al Tar Lazio, dinanzi la legge in cui credo ed ho sempre creduto, per annullare un regolamento comunale assurdo e vincolante nei confronti di migliaia di imprese che civilmente lavorano anche sul territorio capitolino, noi noleggiatori siamo vittime di un sistema piu' grande". Cosi', in una nota, Mauro Ferri, presidente Anitrav.  "Non mi spaventa il fatto di essere soli Anitrav contro tutti e per tutti - prosegue - intendo Comune di Roma e i compagni di merende del sindaco Gianni Alemanno, i tassisti ed alcune sigle di noleggiatori con autorizzazione di Roma che si sono costituiti per l'udienza di mercoledi' a favore del regolamento comunale, non mi spaventa perche' come ho detto prima credo nella legge e perche' alle spalle o migliaia di imprese associate pronte a far valere i propri diritti".  "Lunedi' in assemblea i nostri avvocati illustreranno i punti cardini del ricorso contro tale regolamento- conclude Ferri - faremo presente ai noleggiatori quali iniziative l'associazione intende promuovere sia nel caso dovessimo perdere al Tar sia nel caso dovessimo vincere. Certo e' che circa 4.500 operatori oggi rischiano di perdere il proprio lavoro in un momento difficile e per un regolamento comunale assurdo ed incostituzionale". Il direttore nazionale dell'Anitrav, Giuseppe Di Resta, precisa: "I noleggiatori sono pronti a scendere in piazza per far ascoltare le proprie voci e tutelare il loro onesto lavoro che oggi rischia di finire per volonta' di un sindaco in mano ad una lobby". L'assemblea Anitrav si terra' lunedi' alle 20 presso il centro congressi Expo' di Fiumicino, in via della Scafa 143.

 

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni