"Non staremo più a guardare inerti gli inciuci capitolini"  ha tuonato in una sala gremita di operatori ncc il Presidente dell'ANITraV Mauro Ferri " sono 7 anni che la frangia di destra collusa con i tassisti provano ad annientare i lavoratori del ncc, ci hanno provato nel 2005 con la modifica alla Legge Regionale n 58 e siamo riusciti a parare il colpo, subito dopo con una delibera del Comune di Roma che prevedeva l'azzeramento della lista bianca relativa agli accessi alla ZTL per i noleggiatori con autorizzazione di altri comuni, il TAR Lazio sopsese immediatamente il provvedimento a seguito del nostro ricorso, ancora dopo il caro Alemanno sostenne la stesura del comma 1 quater dell'art. 29 del DL207/2008 che provò a modificare la L 21/1992 che regola l'esercizio del noleggio con conducente ma dopo la più grande manifestazione di piazza che si ricordi delle imprese ncc (oltre 10.000 operatori in corteo) il Governo Berlusconi emanò un Decreto Legge e sospese l'efficacia della detta modifica che ancora oggi è congelata, subito dopo il sindaco di Roma ci riprovò con una Determina irigenziale del Direttore del VII Dipartimento della Mobilità, ricorso al TAR ed anche li la Determina venne annullata, nel 2010 si discusse il merito sulla causa al TAR relativa alla Delibera di Giunta del Comune di Roma emessa nel 2005 che era stata sospesa e che come detto prevedeva le stesse cose che oggi sono previste dal nuovo regolamento del Comune di Roma, ancora una volta il Comune di Roma perde la causa. Credo sia giunto il momento che il sindaco di Roma trovi pace e si raffronti con noi, emetta 4.500 autorizzazioni ncc assegnadole alle imprese che già operano stabilmente a Roma e che sono già iscritte alla lista bianca per l'accesso alle ZTL"

Dopo l'intervento di apertura del Presidente, si sono susseguiti quello dell'avv. Valentina Porro, del Direttore Giuseppe Di Resta, del Consigliere responsabile della regione Toscana Luciano Magro e quindi si è dato vove all'assemblea, agli operatori ncc.

Dopo lunga discussione si è giunti alle conclusione di scendere in piazza per una dimostrazione di protesta contro il nuovo regolamento del Comune di Roma e contro  il sindaco di Roma Gianni Alemanno fautore dell'incostituzionale modifica alla Legge 21/1992 Legge Quadro dei servizi pubblici non di linea.

PER QUANTO

IL Giorno 12 marzo 2012 alle ore 12.00 appuntamento a Roma in Piazza Santissimi Apostoli per protestare contro la modifica della Legge 21/1992 e  contro i figli di questa quali il nuovo regolamento del comune di roma in merito ai servizi pubblici non di linea.

Il Presidente
Mauro Ferri

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni