La risposta della "direzione" di Federnoleggio più di una risposta è un insieme di accuse e di inesattezze, prima su tutte la candidatura dell'Anitrav alle regionali...forse c'è un po di confusione nella mente della direzione di Federnoleggio, se poi una direzione possa avere una mente non so', e nel caso l'avesse non ha memoria, infatti a dir la verità per quanto riguarda la candidatura con l'IDV di Giulio Aloisi l'idea fu presentata a Pacilli Luigi, Toni Toti e Giorgio Albanese (all'epoca Federnoleggio) proprio dal sottoscritto e dallo stesso Giulio Aloisi durante una cena in via della Giuliana; in quella riunione si decise di portare avanti il candidato Aloisi poichè il mio progetto di inserire un noleggiatore dentro i poteri politici piacque un po a tutti, anzi visto che questa "direzione" non ha memoria storica e che invece di lavorare per garantire ai noleggiatori serenità e prosperità è solo animata da invidie e rancori immotivati che si riversano contro chiunque cerca di operare per una categoria allo stremo e, come detto nel precedente articolo, sottoposta da circa 8 anni a ritorsioni immeritate,desidero riportare alla mente di questa la spartizione dei compiti e delle posizioni che sarebbero state ricoperte se il candidato Aloisi avesse raggiunto l'obiettivo, il tutto concordato e sottoscritto su un protocollo sempre dal sottoscritto voluto per giusta lealtà e trasparenza.

Quindi la candidatura dei Aloisi, e non dell'Anitrav, poteva essere la candidatura di chiunque altro, di Pacilli, Toti, Ferri o Albanese, ciò che era importante era l'obiettivo che questa si prefissava e non chi avrebbe ricoperto la carica di consigliere regionale o quello di segretario politico o consigliere nelle varie società a partecipazione regionale...nei progetti il Pacilli Luigi, in caso del raggiungimento dell'obiettivo, avrebbe dovuto ricoprire un posto nel consiglio di amministrazione del Cotral, vista la sua esperienza nel settore bus, non solo quale rivenditore ma anche quale collaboratore di uno dei più vecchi imprenditori del settore, certo Claudio Malatesta, con il quale tanto tempo fà rappresentò la categoria con l'APA Casa una associazione di categoria che comprendeva anche il settore bus vicinissima alla destra e che vantava uno stretto rapporto di amicizia proprio con l'ex governatore della regione Lazio Storace.

A proposito, una strana storia quella, mi riferisco alla Apa Casa, ma lasciando correre ciò che poi di fatto non interessa la categoria ed i noleggiatori, desidero invece affermare e confermare il mio animo di sinistra e le vicende relative ai rapporti con il sen. Cicolani, al contributo dato alle europee, vorrei spiegare che tale contributo non è stato affatto dato dall'Anitrav ma da imprese associate e non a questa, da Anitrav non è stato dato neanche un euro all'on. Pallone; quindi signora "direzione" racconti cose false e probabilmente, visto che una "direzione" non ha testa e mani per scrivere, mi rivolgo al Direttore, perchè se c'è una direzione necessariamente esiste un Direttore, diffamatorie!!

Il fatto che membri del nostro direttivo hanno fatto le analisi presso la "clinica" di fiumicino della "Confesercenti" (Agenzia pratiche auto di Fabio Carozzi), dimostra proprio la nostra democraticità, noi siamo uno spirito libero e non gretto e pieno di veleni, noi, l'Anitrav, crediamo nella libertà di scelta e nella lealtà nei rapporti e non come i responsabili di Federnoleggio che prima concordano la fusione Anitrav/Federnoleggio e dopo aver raccolto il contributo dei noleggiatori, dopo mille peripezie per aprire un conto corrente bancario congiunto, con una telefonata domenicale (fatta di domenica) il Pacilli mi comunica di aver cambiato idea...brutta storia anche quella del contributo raccolto congiuntamente a molti è sembrato un inganno e colgo l'occasione per scusarmi ma posso garantire che Anitrav non ha proprio colpa di questo, lo sanno coloro che hanno chiesto di ritirarsi quando hanno scoperto che la fusione non c'era più stata.

Bollino blu, certo, abbiamo pranzato con Alemanno ed abbiamo cenato con diversi rappresentanti di categoria dei tassisti e allora? non rientra anche questo nell'attività sindacale ? normalmente quando si sta in guerra, mentre scoppiano le bombe la diplomazia si incontra per trovare soluzioni politiche e diplomatiche atte a far tacere le armi... così si fa...tutto normale!!!

Bollino blu, era di fatto una sanatoria, un modo per far ottenere una autorizzazione del comune di Roma a quelle imprese che operavano ed operano stabilmente su Roma senza però limitare gli accessi a coloro che occasionalmente si fossero recati nella capitale...questo era il nostro progetto e poi, visto le garanzie da parte della politica nazionale sul fatto che l'1 Quater non sarebbe mai passato, abbiamo deciso di fermare l'operazione che per altro non era neanche cosi scontata nella propria riuscita ed in alternativa abbiamo avviato una serie di iniziative, ancora non terminate, che hanno portato tra l'altro alla risposta del Ministro Altero Matteoli all'interrogazione parlamentare sui varchi elettronici ZTL attuati dai comuni italiani, risposta che di fatto dimostra l'inutilità sia del bollino blu che dell'azzeramento delle liste bianche a Roma per la ridefinizione di chi abbia i requisiti per accedere nella ZTL di Roma che la "direzione" Federnoleggio vorrebbe integrare (che significa allargare o meglio portare) su l'aeroporto di Fiumicino.

Non capisco neanche quando sempre la "direzione" dice che vogliamo riaprire una campagna elettorale...Anitrav non si candida in nessuna campagna elettorale, forse la "direzione", (mi rimane difficile parlare con una entità astratta), non capisce bene il significato di associazione poichè a me sembra che sia proprio essa a fare politica anzichè associazionismo...comunque certamente il PDL non ha concesso ad Aloisi di candidarsi nella lista Polverini, lo ha detto stesso lui in più occasioni, in tutte le assemblee, e dov'è lo scandalo ? Per me è l'ennesima dimostrazione che gli accordi con questo centro destra non si possono fare cara "direzione"...e la dimostrazione sta proprio nella cronistoria di questi ultimi 8 anni che hanno visto la categoria, che mi ingloba come operatore prima e come presidente di associazione dopo, sottoposta ad una vera e propria persecuzione.

Ecco credo di aver affrontato quanto mi è stato chiesto di affrontare, con dignità e correttezza senza oltrepassare quel muro di recinzione che divide il buon senso dal livore, che divide le storie personali dei protagonisti di questa vicenda dalle storie pubbliche degli stessi, poichè intanto chi deve e doveva capire capirà e chi deve leggere la verità la leggerà nelle righe di questa o quella tesi e la propria verità  spero sia il più aderente possibile a quello che ho voluto esprimere nei miei ultimi scritti.

Solo una ultima cosa desidero commentare, mi fa specie che gli addetti ai lavori non si rendano conto delle difficoltà che molte imprese hanno nello stare in regola, una per tutte e poi chiudo, la Legge 58/1993 della regione Lazio, così come modificata dalla legge 7/2005 (legge Gargano) ha distorto i principi dettati dalla legge nazionale 21/1992, tra cui quello del Ruolo dei Conducenti che da quest'ultima è inteso come "unico" e non frammentato in tante provincie quante sono in Italia, tale situazione sta degenerando e ci sono tantissime imprese che non riescono ad iscriversi alla CCIAA poichè queste pongono veti se il Ruolo è di una provincia e l'autorizzazione è stata rilasciata da un comune di altra provincia...ora mi chiedo, non sarebbe saggio sistemare tutte quelle situazioni difformi alla legge nazionale ed alle normative CE prima di proporre soluzioni castranti?

Ed ora con onore rivendico il mio interesse culturale di sinistra e la mia libertà di pensiero che proviene da una formazione laica e di concezione liberale e mi firmo come piace alla "direzione di Federnoleggio" (che fino a poco tempo fa andava a braccetto con Hermanin)

Compagno Ferri

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni