NCC contro “il monopolio dei tassisti”: “Insieme a Improta vogliono farci fuori”

Roma, 28 apr 2014 – “I tassisti vogliono creare un monopolio nella capitale”. Con questa denuncia, raccolta da Lungotevere.net, il presidente dell’Anitrav (Associazione Nazionale Imprese Trasporto Viaggiatori), Mauro Ferri, prepara il sit-in di oggi di centinaia di autisti con licenza NCC provenienti da fuori Roma.

Dalle 10 alle 14 le imprese di noleggio con conducente che lavorano nel territorio capitolino, ma hanno un permesso registrato in comuni fuori dalla provincia, si ritroveranno sotto l’assessorato alla mobilità in via Capitan Bavastro, per protestare contro le dichiarazioni, rilasciate a Radio Radio il 10 aprile scorso, da Guido Improta, che ha espresso la volontà di “emanare un’ordinanza che renda difficile la vita ai noleggiatori con autorizzazioni di altri comuni, a volte anche molto lontani. Se ne sta occupando il Gabinetto del Sindaco, li solleciterò affinché sia pronta entro fine mese”. Una frase che ha gettato nel panico e nell’indignazione migliaia di lavoratori del settore, esattamente 4000 provenienti da fuori Roma, che rischiano di veder fortemente ridotto il volume di affari.

Le parole di Improta sono l’ennesimo attacco ad una categoria – spiega Ferri – e dopo averle ascoltate, noi abbiamo chiesto un incontro sia a lui, sia al sindaco Marino, ma non c’è stata nessuna risposta. Per questo abbiamo deciso di organizzare la manifestazione di oggi”. Ma perché si è innescata questa battaglia di Roma Capitale contro i noleggiatori con conducente “forestieri”? Secondo Mauro Ferri e tutta l’Anitrav, è legato alle pressioni dei tassisti.

Tentano di chiudere Roma – afferma al nostro giornale – mantenendo così una situazione di scarsa concorrenza. Nella capitale lavorano circa 8000 tassisti e solamente 1024 NCC. Infatti è dall’ormai lontanissimo ’93 che il Campidoglio ha smesso di rilasciare licenze per i noleggiatori, va da sé che per lavorare bisogna prendersela altrove. Tra l’altro tutto questo astio è insensato, perché noi non facciamo tariffe maggiori rispetto a chi sta in città e inoltre siamo cittadini romani, molti di noi vivono e tirano su famiglia nella capitale”.  

Ncc contro tassisti, la lotta si era innescata già nella campagna elettorale di un anno fa, quando i primi – stufi della grossa mano che il sindaco uscente Alemanno dava ai secondi – sostennero fortemente la candidatura di Ignazio Marino. “Ma adesso evidentemente se l’è scordato – la frecciata di Ferri – perché non vuole darci ascolto e ci sta tagliando fuori”.

Valerio Valeri
@ValerValerio
valeriovaleri@lungotevere.net

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni