Ricordate, lo avevamo preannunciato e lo abbiamo fatto, l'Anitrav ha ricorso contro sia il nuovo regolamento del Comune di Roma che contro l'ultima delibera di Giunta che di fatto chiude l'accesso a Roma ai noleggiatori con autorizzazione diversa da quella rilasciata da "Roma Capitale",

Quindi il 7 marzo prossimo presso il Tribunale Amministrativo della Regione Lazio si disputerà l'ennesima battaglia per difendere i noleggiatori dalle prepotenze e dalla assurda teoria tassinara del sindaco Gianni Alemanno che che sembra in questo periodo ce la stia mettendo tutta per non farsi eleggere nuovamente dai cittadini romani alle prossime elezioni amministrative.

Ci auguriamo di assestare un ulteriore colpo allo scellerato comportamento del Campidoglio che ci dispisace dirlo questa volta ha avuto anche la complicità di un paio di associazioni di categoria che ormai stanno agonizzando tra le loro inopportune scelte.

Ricordiamo che nel ricorso Anitrav ha coinvolto anche la Regione Lazioe la Governatrice Polverini colpevole di non aver mai modificato la Legge Regionale n.58 , relativa ai servizi pubblici non di linea, che, su indicazione dell'Antitrust avrebbe dovuto da tempo rivedere per le modifiche incostituzionali portate alla stessa Legge nel 2005 dall'assessore ai trasporti regionale Giulio Gargano nella giunta Storace, modifiche che molti di Voi ricorderanno e che hanno distorto i principi dettati dalla normativa nazionale.

In allegato la fissazione dell'udienza.

Continuate a sostenere la nostra associazione, che sta lavorando anche con il Governo per una npormativa di settore che tuteli i principi di libertà di stabilimento ed il libero esercizio in tutto il territorio dello Stato Italiano.

Ricordiamo che oltre agli impegni istituzionali e legali, l'associazione in questo periodo è impegnata in diverse regioni per tutelare colleghi che sono stati colpiti da sanzioni per errori di interpretazione della legge 21/92 da parte di Amministrazioni Pubbliche Locali e delle Forze dell'Ordine.

Il più delle volte riusciamo a sanare dette situazioni senza dover ricorrere agli avvocati e anche quando siamo costretti a ricorrere con i legali riusciamo ad ottenere clamorose vittorie come quella di qualche giorno fa in cui dinanzi al Giudice di Pace il capitano dei Carabinieri che era presente come controparte rimaneva stupefatto e basito poichè credeva la normativa per i ncc fosse un altra e così aveva sanzionato un collega con il ritiro della carta di circolazione ed il fermo amministrativo; il Giudice di Pace ha sospeso il provvedimento emesso dal Capitano il quale sconcertato chiedeva quasi scusa al nostro legale Piancatelli e prendeva l'impegno di studiarsi a fondo la normativa inclusa la risposta del Ministro dei Trasporti all'interrogazione parlamentare che afferma la sospensione dell'efficacia dell'1 quater.

Comunque incrociamo le dita e speriamo di dare un'altra lezioncina al povero sindaco Alemanno ,

La Segreteria di Presidenza

Torna alla lista        Stampa
Documenti collegati:
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni