AS853 – DISCIPLINA DELL’ESONERO DALL’OBBLIGO DI RILASCIO DELLA RICEVUTA E DELLO SCONTRINO
FISCALE PER DETERMINATE CATEGORIE DI CONTRIBUENTI CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE
PRESTAZIONI DI TRASPORTO RESE A MEZZO TAXI E NCC

Roma, 15 luglio 2011

Presidente del Senato della Repubblica
Presidente della Camera dei Deputati
Presidente del Consiglio dei Ministri
Ministro dell’Economia e Finanze
 

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nell’ambito dei compiti ad essa assegnati dall’articolo 21 della
legge 10 ottobre 1990, n. 287, intende presentare alcune osservazioni in merito alle norme relative all’esonero
dall’obbligo di rilascio della ricevuta e dello scontrino fiscale per determinate categorie di contribuenti, con particolare
riferimento alle prestazioni di trasporto rese a mezzo taxi, di cui all’articolo 10, comma 14 del D.P.R. 26 ottobre 1972
n. 633, come modificato dall’articolo 1, comma 4, del D.M. 21 dicembre 1992, successivamente modificato dall’articolo
1 del D.M. 29 luglio 1994.

Al riguardo, l’Autorità osserva che le disposizioni della normativa vigente appaiono presentare profili in contrasto con la
normativa a tutela della concorrenza, di cui alla legge 287/90, nella misura in cui prevedono l’esonero dall’obbligo di
rilascio di ricevuta o scontrino fiscale per la categoria degli operatori che svolgono servizio di trasporto passeggeri non
di linea a mezzo taxi, a fronte dell’obbligo di rilascio di tali documenti fiscali per gli operatori che svolgono il medesimo
servizio tramite NCC.

In particolare, l’Autorità, non condividendo le preoccupazioni in merito alle difficoltà tecniche di adempimento al
rilascio di documentazione fiscale da parte dei soggetti che svolgono servizio di taxi, evidenzia la portata
potenzialmente restrittiva della normativa, la quale, nel consentire l’esenzione dall’obbligo di rilascio di ricevute di
natura fiscale agli operatori di servizi taxi, appare favorire ingiustificatamente tale categoria rispetto a quella degli
operatori di servizi di NCC, alterando artificiosamente le dinamiche competitive che potrebbero instaurarsi sul mercato.

L’Autorità evidenzia, infatti, che l’esonero all’emissione di fatture fiscali comporta un’indebita agevolazione nell’attività
dei tassisti, in termini di costi per il rilascio della ricevuta e di tempi di fine corsa, suscettibile di tradursi in una
maggiore competitività rispetto ai noleggiatori con conducente.

Pertanto l’Autorità, al fine di consentire il pieno sviluppo delle dinamiche concorrenziali nel mercato del trasporto
passeggeri non di linea tramite servizi di taxi e NCC, auspica un riesame della normativa vigente alla luce delleconsiderazioni suesposte.

ALLA FACCIA DEGLI ABUSIVI NCC !!!!!

lEGGI IL DOCUMENTO UFFICIALE IN ALLEGATO !!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

Torna alla lista        Stampa
Documenti collegati:
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni