Ieri 3 maggio 2011 si è tenuta presso la Direzione Aeroportuale Enac di Fiumicino una riunione informativa e tecnica, programmata sin dallo scorso mese di aprile, ove si sono evidenziati i vari aspetti della Ordinanza n14 che ha spostato le imprese ncc al cosi detto "polmone" che dista per l'esattezza km 3,700 dagli arrivi nazionali.Come si ricorderà nei mesi scorsi i dirigenti della nostra associazione hanno prodotto un documento sottoscritto da 800 imprenditori del settore ncc che hanno dato mandato di rappresentanza all'Anitrav, nella persona del nostro Presidente Mauro Ferri, per trattare con Enac e Adr su alcune piccole modifiche all'ordinanza che avrebbero reso la stessa più adeguata alle normative che regolano l'attività dei noleggiatori e più adatta alle esigenze delle imprese che operano legittimamente ed occasionalmente presso l'aeroporto di Fiumicino.

Il documento fu inviato per raccomandata a diversi destinatari e ci onora dire che nella riunione di ieri ha trovato riscontro nelle parole del dott. Vitaliano Turrà (Direttore Enac aeroporto di Fiumicino) e del dott. Marco Treggiari (Direttore Commerciale Aeroporti di Roma Spa), i due nei loro interventi hanno fatto proprie le richieste contenute nel documento evidenziando la necessità di adeguare l’ordinanza alle esigenze dei noleggiatori come ad esempio dare la possibilità di prelevare il cliente senza passare al polmone se i tempi non consentono di andare a pagare il ticket al lunga sosta, prevedendo in tali casi una colonnina per l’emissione del biglietto anche in prossimità del secondo polmoncino (attuali parcheggi ncc situati in zona viabilità secondaria) che è in via di ristrutturazione; rimane inteso che in taluni casi la possibilità di sosta sarà limitata ed il pagamento del ticket dovrà avvenire solo a volo atterrato.


Ecco gli impegni futuri di Adr ed Enac per i noleggiatori non subconcessionari:

1) Colonnina in via sperimentale presso "polmoncino" per i soli casi in cui documentalmente sia provata, in caso di controllo, l’impossibilità di andare a pagare il ticket al polmone al lunga sosta, tale sperimentazione dovrebbe partire successivamente al termine dei lavori che riguardano la viabilità primaria e secondaria, termine lavori previsto per fine giugno 2011;

2) Aumento dei posti ncc al "polmoncino" (parcheggi situati nell’area della viabilità secondaria, in tale zona verrà prevista una via di fuga veloce per i ncc che immetterà direttamente nella viabilità primaria;

3) Sin da metà maggio sarà possibile acquistare schede prepagate presso Adr in modo tale da ovviare il problema della fatturazione, infatti tale tessera magnetica potrà essere strisciata alla colonnina (che verrà predisposta in tal senso con un lettore di supporto alla stessa) che emetterà lo scontrino di avvenuto pagamento e l’importo verrà scala dalla tessera stessa, la fattura invece sarà emessa al momento dell’acquisto o della ricarica della tessera;

4) Da settembre 2011, data in cui si ritiene che siano terminati i lavori alle partenze potrebbe essere individuata, in tale zona, una corsia di prelevamento veloce per i ncc che comunque non esenterà i noleggiatori dal pagamento del ticket o dal passaggio al polmone o al polmoncino;

5) Presto verrà modificata la viabilità al polmone, infatti per evitare di mettere a rischio il personale Alitalia e Adr che normalmente si trova a transitare sulle direttrici impegnate dai passaggi di taxi ed ncc e snellire il traffico che nelle aree tecniche di dette aziende, i noleggiatori ed i tassisti per raggiungere l’aeroporto dai rispettivi polmoni dovranno utilizzare le direttrici che portano all’autostrada Roma/Fiumicino, percorso che se pur più lungo di circa 500 metri sicuramente risulta essere più veloce e meno rischioso per tutti.


La proposta relativa alla ZTL aeroportuale per ora viene accantonata poiché non garantirebbe, ai noleggiatori occasionali e provenienti da altre città o regioni, l’ingresso alle zone arrivi e partenze, ciò non togli che si possa più in la trovare soluzioni più adeguate a rendere ancora più fluida la circolazione nella zona aeroportuale.


Novità per i privati :


I privati entro la fine di maggio vedranno preclusa a loro la circolazione nella viabilità primaria, finalmente non ci
saranno più intoppi alla viabilità antistante la zona arrivi, questi verranno convogliati al multipiano o, se solo per una breve sosta, ad un apposito parcheggio di circa 200 posti che verrà situato nella viabilità secondaria.


Novità per taxi ed ncc sub concessionari:


Nessuna di rilievo, rimarranno gli stalli posti in prossimità degli arrivi che verranno occupati con le stesse modalità con cui lo sono oggi.


Apprezziamo la volontà di Enac ed Adr di regolarizzare alcune figure che sino ad oggi hanno operato in modo illegittimo come i shuttle Roma /Fiumicino ed altre strutture che nel tempo hanno occupato spazi in modo del tutto abusivo, ritenendo che l’aeroporto Leonardo Da Vinci possa essere in grado di mantenere alto il livello di occupazione poiché ci sono spazi adeguati per tutti e soprattutto anche in funzione di una crescita che si prevede per il 2030 di circa cento milioni di passeggeri in transito, senza dimenticare che detto aeroporto potrà e dovrà essere il biglietto di presentazione per le prossime Olimpiadi che ci auguriamo possano essere fatte a Roma.


Ci auguriamo che tanta capacità dimostrata dai protagonisti di tutta questa vicenda possa andare al di la di preconcetti e limiti che spesso la mentalità del "paese Italia" obbliga persone di responsabilità ad operare non secondo principi ragionevoli ma alle dipendenze di lobby che a tutti i costi tendono a mantenere in piedi sistemi monopolistici che di certo non aiutano lo sviluppo economico e tanto meno aiutano la lotta all’abusivismo.


Il Direttore Enac Vitaliano Turrà durante l’incontro ci ha informato che dalla prossima riunione, fissata per il 31 maggio alle ore 10.00, sarà presente anche la provincia di Roma nella persona dell’assessore Colaceci; crediamo che l’intervento della Provincia possa portare sicuramente ulteriore supporto alla attività che con estremo sforzo tutti noi stiamo affrontando, estremo sforzo poiché sappiamo bene che digerire la detta ordinanza è estremamente difficile poiché nasce da uno scellerato accordo politico tra Comune di Roma, Comune di Fiumicino ed alcune sigle sindacali taxi, le stesse che ormai dal 2005 hanno posto al centro della loro vita un unico scopo, quello di eliminare da Roma tutte quelle autorizzazioni di altri comuni anche se intestate a cittadini ed imprenditori romani.

Una missione ed un obiettivo impossibile ma che ottusamente qualcuno continua a perseguire, non ultima la vicenda del certificato medico voluto a bordo delle autovetture ncc dal Comune di Roma e le decine di carte di circolazione sospese ad autovetture ncc sottoposte a fermo amministrativo per la trasgressione ad una norma palesemente riconosciuta abusiva dalla stessa CCIAA di Roma che, in risposta alla Delibera 55/2010, sta inviando a tutti gli iscritti al Ruolo dei Conducenti presso detta CCIAA la richiesta di certificazione medica a norma della Legge Regionale n 58 cosi come modificata a fronte della Legge nazionale sulla sicurezza sul posto lavoro in materia di sanità.
 

Oppure come l'accanimento messo in atto contro noleggiatori che vengono fermati da vigili urbani e che vanno oltre le normative che regolano il settore ncc pur di sanzionare il malcapitato, come se avessero da compiere non sappiamo quale mandato e che per il raggiungimento del quale sono anche disposti ad andare oltre le normative e le leggi dando a queste una interpretazione personale che poi nei tribunali risulta sempre errata, ma intanto al malcapitato viene fatto il fermo amministrativo del mezzo e rimane, bene che gli va, due mesi senza lavorare.

Invitiamo questi malcapitati a contattarci, gli assicuriamo che, subordinatamente all’esito del ricorso che si presenterà in Tribunale, i due mesi di inattività gli verranno retribuiti dal Comune di Roma oppure dagli stessi vigili urbani che a questo punto si dovranno chiamare in causa sia civilmente che penalmente.

La Segreteria di Presidenza

 

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni