L'ingannevole condotta da parte di alcuni personaggi del mondo taxi ed ncc romano sta portando caos e confusione tra le FF.OO., Amministrazioni Pubbliche e alcuni Magistrati che si trovano sulle proprie scrivanie esposti motivati e fondati su una modifica alla Legge 21/1992 che invece è sospesa nella propria efficacia attuativa e giuridica.

Una situazione che , partita da Roma sta coinvolgendo tutta l'Italia, ANITraV ha infatti presentato a diverse Procure denunce nei confronti di detti comportamenti ingannevoli che vengono sostenuti anche da certa stampa molto vicina al mondo taxi.

Invitiamo i colleghi ncc di tutta Italia a segnalarci eventuali situazioni distorsive che facessero supporre interventi da parte di associazioni romane del settore taxi o ncc.

Il CD ha anche ratificato l'intervento al TAR Lombardia avverso l'assurda determina del Comune di Milano che chiude la città all'esercizio delle attività delle imprese ncc con autorizzazioni di altri comuni.

Lo stesso Consiglio Direttivo ha dato mandato al Presidente Mauro Ferri a promuovere ricorso al TAR Veneto avverso la Delibera Comunale 402/2013 che, alla stregua della Determina milanese intende chiudere la città di Venezia in una concezione feudale della gestione amministrativa.

Il CD non ha invece ritenuto, per il momento, di promuovere una manifestazione di protesta a Milano, optando invece per la convocazione di una assemblea alla luce del risultato che si otterrà al TAR.



Il Presidente
Mauro Ferri

Roma lì, 6 settembre 2013

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni