La sfrontatezza del sindaco di Roma Gianni Alemanno non ha limiti, nel corso del suo mandato per ben tre volte ha cercato di eliminare a Roma dal mercato del trasporto persone le imprese esercenti attività di ncc aventi autorizzazioni rilasciate da altri comuni italiani.

Ci ha provato con la proposta di modifica alla Legge 21/1992 il famoso comma 1 quater dell'art. 29 del DL 207/2008 e visto che la porcata non gli è riuscita allora ci ha ripeovato con una Determina Dirigenziale partorita dalla Direzione dell'assessorato alla Mobilità del Comune di Roma, ma anche questa volta non gli è andata bene ed allora cosa ha fatto ?

Ha provato a modificare il regolamento comunale cercando di fatto di rimettere il comma 1 quater nella Delibera 55/2010 e poi nella Delibera 68/2011 e nella Delibera 403/2011 , nuovo ricorso al TAR da parte di ANITraV e le  Delibere vengono letteralmente polverizzate dal Tribunale... finito? macchè ci prova ancora con la Delibera 282 per la quale ANITraV ha già fatto ricorso al TAR ed il giorno 5 dicembre è attesa la risposta del Tribunale in merito alla sospensiva.

Nel frattempo il nostro Presidente ha preparato ed inviato la richiesta di intervento all'AGCM il quale si era già espresso in merito alla Delibera 403/2011 sollecitandone la revoca. Ci auguriamo che l'intervento dell'Antitrust sia più incisivo del precedente e più autoritario.

Il Direttore
Giuseppe Di Resta

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni