ANITraV ha già notificato il ricorso al TAR Lazio sulla modifica alla Delibere di Giunta Capitolina n. 79/2015, la follia del Comune di Roma continua, nulla cambia, anzi per fare un esempio pensiamo ad un ncc che effettivamente parta da Firenze con dei clienti per raggiungere Napoli passando per la bretella o il GRA, bene questi dovrebbe comunicare al "Governante" Ignazio Marino il proprio passaggio nel "Feudo" romano indicando chi porta e dove lo porta, da dove è partito, a che ora ed i Km di partenza.

Quindi nulla cambia e non cambiano neanche le indicazioni da parte di ANITraV, si evitino falsi ideologici per scongiurare situazioni peggiori di un fermo amministrativo.

Siamo sinceri, nessuno parte dal comune che ha rilasciato l'autorizzazione perchè non c'è alcun obbligo in tal senso, unica norma che prevede questo evento è il " comma 1 quater " che, al di là della "schizzofrenia" di comodo, è sospeso nell'efficacia attuativa.

in allegato si trova la DG 79/2015 che ha modificato la DG 379/2014.

Il Presidente
Mauro Ferri

Torna alla lista        Stampa
Documenti collegati:
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni