Una grande vittoria quella dei due ncc associati all'ANITraV che, assistiti dai legali dell'associazione hanno avuto ragione dal Giudice di Pace di Civitavecchia sulla vicenda che gli aveva colpiti ingiustamente.

Infatti la Polizia Marittima di Civitavecchia in applicazione illegittima del comma 1 quater aveva posto a fermo amministrativo i mezzi dei due malcapitati per ben 2 mesi, inviando comunicazione ai comuni di pertinenza denunciando che tali noleggiatori, contrariamente a quanto previsto dalla legge 21/1992 (così come modificata dal comma 1 quater art. 29 della L 14/2009 - che invece è sospeso nella sua efficacia applicativa), operavano fuori dal territorio del comune rilasciante l'autorizzazione; si pensi che addirittura tali comuni stavano avviando una procedura di revoca delle autorizzazioni sulla base della segnalazione fatta dalla Pomare di Civitavecchia.

Vane furono le decine di telefonate e fax inviati dal nostro Presidente che metteva al corrente l'ispettore di PS che aveva proceduto alla contestazione di violazione, sull'errore in cui stava cadendo, l'ispettore minacciò addirittura il nostro Presidente di denunciarlo per minacce ed intimidazione per il solo fatto che fu messo, dopo l'invio della documentazione attestante la sospensione dell'1 quater, difronte alle proprie responsabilità.

Bene ora, con l'Ordinanza del Giudice, ci auguriamo che la stazione della Polmare di Civitavecchia cambi atteggiamento nei confronti dei noleggiatori e si applichi un pochino di più allo studio delle normative.

In allegato l'Ordinanza !!!!!!!!!

La Segreteria di Presidenza
 

Torna alla lista        Stampa
Documenti collegati:
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni