Audizione V Commissione del 12 febbraio – Consiglio Regione Lombardia
Il rappresentante lombardo della A.N.I.Tra.V. Marco Cartiglieri coadiuvato dai rappresentanti del Piemonte Claudio Gilardetti e del Nord-Est Italia Ciro Avino durante l’audizione presso il Consiglio Regionale della Lombardia hanno contestato con fermezza il PDL n. 187 in discussione chiedendo l’immediato ritiro dell’intero provvedimento.
Marco Cartiglieri ha dapprima informato la Commissione che, il PDL 187, non era altro che la copia peggiorativa della famosa Determina Maran contro la quale l’A.N.I.Tra.V. aveva fatto ricorso al TAR, vincendolo e che tale sentenza come noto era già costata “cara” alle casse comunali e di conseguenza ai cittadini. Pertanto alla luce della citata sentenza il PDL 187 in discussione andava immediatamente ritirato e laddove fosse stato approvato avrebbe sicuramente fatto la stessa fine della scellerata determina Maran.
Entrando nel merito del PDL Cartiglieri ricordava alla Commissione che la Corte Costituzionale ha più volte ribadito che le Regioni, Le Provincie ed i Comuni non possono emanare leggi in contrasto con quelle nazionali e comunitarie e che quindi il PDL 187 nonostante riconosce quale legge di riferimento la 21 del 1992 (ed i suoi aggiornamenti??) ne viola i contenuti inserendo norme assurde e stringenti che se in vigore sancirebbero la morte di oltre 6000 imprese NCC lombarde in un momento di crisi generalizzata.
Faceva presente inoltre che mentre il Governo Renzi si appresta a varare a giorni il “DDL Concorrenza” che dovrebbe prevedere importanti novità per il trasporto pubblico non di linea con autovetture ed in particolare l’abrogazione del famigerato art 29 comma 1 quater sospeso nella sua efficacia attuativa almeno sino al 31/12/2015, la Commissione stava cercando di modificare prematuramente la Legge Regionale. Risultato che da li a pochi mese si sarebbe dovuto nuovamente mettere mano alla legge per recepire quanto il governo avrebbe deciso.
Da rilevare che, cosa molto importante, tutte le associazioni di categoria intervenute (quasi tutte!) tramite i loro delegati a parlare hanno chiesto la stessa identica cosa: CESTINARE - RITIRARE un Progetto Di Legge insensato, incostituzionale ed inaccettabile, frutto di una mente” diabolica”. Sembra molto difficile credere, agli addetti ai lavori e non solo, che tale PDL sia stato scritto in buona fede e con mano propria da due membri della Commissione.
L’A.N.I.Tra.V continuerà a vigilare sull’avanzamento del suddetto PDL n. 187 a firma dei Consiglieri Regionali De Corato e Dotti (FRATELLI D'ITALIA-CENTRODESTRA NAZIONALE)

Ciro Avino
Rappresentante ANITraV Nord-Est Italia

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni