Non è una questione politica o di ideali è solo una vicenda che tracima verso l'illegalità, verso il compimento di quello definito ormai e purtroppo uno dei più  classici reati che vanno di moda nei politici di oggi, il voto di scambio!

Il continuare a perseguire dei principi o obiettivi definiti illegali da tribunali e Governo da parte del sindaco di Roma per il solo fato di aver fatto delle promesse impossibili da mantere ai tassisti romani, sta divenedo giorno dopo giorno una prova inconfutabile che accusa l'amministrazione capitolina di persecuzione dolosa nei confronti di una categoria a vantaggio di un'altra.

Purtroppo la fine del calvario è ancora lunga e la nostra associazione sta come sempre sola in prima linea, intendiamo che tranne poche dichiarazioni di intenti, non vediamo altre associazioni che portano avanti la stessa nostra battaglia, c'è un piccolo numero di colleghi che sta cercando di far fronte comune con raccolte di denaro per ricorrere anch'essi contro Roma Capitale, questo è da ammirare e tra di loro ci sono anche nostri associati, è una cosa notevole, uno sforzo da apprezzare ma crediamo che comunque queste aggregazioni alla lunga danneggino l'unione della categoria, le associazioni di categoria poiche frammentano la forza in mille rivoli facendo perdere la capacità di impatto contro le varie amministrazioni pubbliche.

Attenzione questa non è una critica e non vuole essere una polemica sterile ma solo un'analisi dei fatti, riteniamo infatti che il continuare a ricorrere alle aule dei tribunali non possa portare mai ad una sluzione politica condivisa, anzi ricorrere ai tribunali dimostra soltanto l'incapacità di dialogo o l'impossibilità di dialogare per la soluzione dei problemi e spesso la possibilità di dialogo viene data dalla forza e capacità d'impatto che si dimostra di avere con la rappresentatività.

Comunque anche questa volta noi ci siamo e voi?

Date forza all'unica associazione che dimostra di essere veramente al di sopra delle logiche personalistiche e che si batte contro ogni discriminazione, l'unico modo per farlo è associandovi e con sole 30,00 euro mensili anche voi darete la vostra energia per nobili principi, difendendo, con la vostra partecipazione all'associazione, la vostra azienda ed il vostro lavoro.

Accedete al nostro sito www.anitrav.com e scegliete come aderire, scaricate i moduli, compilateli ed inviateli come indicato, solo così potrete dire anche noi ci siamo in questa battaglia.

Segreteria di Presidenza

Roma 5 novembre 2012

 

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni