Testo dell'emendamento presentato dal Sen. Cicolani su indicazione dell'associazione URI Taxi presieduta da Loreno Bittarelli (Pres. della Coop. taxi 3570)

3.103 (testo 2)

CICOLANIBONFRISCOGIARETTA

All'articolo 3, dopo il comma 11, aggiungere il seguente:

"11-bis. In conformità alla direttiva del Parlamento europeo 2006/123/CE e del Consiglio del 12 dicembre 2006, sono invece esclusi dall'abrogazione delle restrizioni disposta ai sensi del comma 8 i servizi di taxi e noleggio con conducente non di linea, svolti con veicoli categoria M1, di cui all'articolo 6 del decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59.".


Lettera del nostro Presidente Ferri Mauro inviata in data odierna allo stesso Sen. Angelo Cicolani :

Illustrissimo Senatore,

Apprendiamo anche che ancora una volta membri del PDL, tra cui Lei, coinvolgono nelle vicende relative al settore taxi anche un altro settore senza ascoltare le associazioni di categoria più rappresentative del settore appunto ncc, associazioni del settore ncc come quella che rappresento e che Lei conosce bene per aver collaborato insieme in diverse occasioni non ultima le elezioni europee.

Mi domando come sia possibile decidere se il noleggio con conducente possa essere liberalizzato o no senza confrontarsi con le associazioni, Lei sa bene quali situazioni sono state create da comportamenti come quello da Lei oggi assunto e mi riferisco al comma 1 quater dell’art. 29 della L 14/2009. Una vicenda che ha rischiato di far chiudere circa 90.000 imprese italiane esercenti attività di noleggio con conducente e di creare condizioni per il licenziamento di circa 200.000 dipendenti di imprese del settore.

 Lei che è stato il promotore della liberalizzazione del servizio di noleggio con conducente per il settore bus oggi decide che il settore noleggio con conducente per il settore vetture non deve essere liberalizzato. Lei sa bene quali ricadute sul mercato questo determinerà, una per tutte il mantenimento della compravendita delle licenze taxi ed autorizzazioni ncc in un mercato nero ed il mantenimento di monopoli sul mercato del trasporto persone.

Ora mi son chiesto come potesse Lei porre un veto sulla liberalizzazione del settore ncc quando sa benissimo che ciò che gli operatori del settore vogliono è il contrario e cioè lo stesso che Lei ha progettato per le imprese bus, non rivelo la risposta che mi son dato e nonostante tutto ho deciso di scriverLe queste poche righe nella speranza di toccare quello che di buono e razionale ancora c’è in Lei e nell’uomo politico che ho avuto modo di frequentare dal 2003 sino a poco tempo fa.

Oggi che non c’è più tempo e che c’è bisogno di onestà intellettuale e politica, almeno Lei non si faccia trascinare nel vortice perverso dell’inganno ideologico che da anni alcuni rappresentanti della categoria taxi stanno perpetrando ai danni di questo o quel politico di turno, la storia iniziò con Giulio Gargano (ass. Regione Lazio quota AN)passò attraverso l’ass al comune di Roma Calamante esponente di spicco della sinistra all’epoca del sindaco di Roma Veltroni, continuò con Alemanno e Gasparri nella vicenda suddetta dell’1 quater dell’art. 29 L 14/2009..oggi l’inganno tassista tocca Lei… la prego di non perdersi dietro certi personaggi che sicuramente non hanno una visione globale di come gira il mondo ma che ragionano solo in funzione di un business locale.

Se poi proprio vuole accontentarli allora accontenti loro ma non coinvolga in questo altre categorie che desiderano tutt’altro, il noleggio con conducente vuole essere liberalizzato e desidera invece un più complesso accesso alla professione, questo consentirebbe una maggiore professionalità degli operatori e taglierebbe fuori i furbetti di quartiere che ormai da troppo tempo campano sulla contingentazione delle autorizzazioni ncc e licenze taxi e sulla compravendita di queste, danneggiando sia gli imprenditori del settore che coloro che volessero accedere alla professione.

Quindi liberalizzare il sistema autorizzativo ma rendere più complesso l’accesso alla professione, questa in fondo è la giusta ed intelligente ricetta che Lei stesso applicò nel redigere la L 218 relativa al settore bus.

Nel ringraziarLa per la cortese attenzione mi auguro che colga nella giusta misura il mio intervento e conseguentemente trovi il modo di far sparire, in fase di approvazione alle Camere, dall’emendamento il riferimento al noleggio con conducente, così sarebbero tutti contenti i tassisti chiusi nelle loro lobbies ed  i noleggiatori liberi nel mercato.

Rimanendo disposizione per continuare una collaborazione che porti al raggiungimento di una adeguata normativa per la categoria che rappresento ed in attesa di riscontro porgo i mie più cordiali e rispettosi saluti.


Il Presidente
Mauro Ferri

A.N.I.Tra.V.
Associazione Nazionale Imprese Trasporto Viaggiatori
Piazzale Enrico Dunant, 57
00152  Roma
Tel. 0640703231
Fax. 0644701699
e-mail  anitrav@anitrav.com
web www.anitrav.com

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni