COMUNICATO STAMPA

Ferri Mauro (Pres. ANITraV) “ Non è possibile che le Amministrazioni Pubbliche continuino ad ignorare le regole dettate dalla Costituzione e dalle normative europee; ora è la volta del Comune di Roma che, attraverso una Delibera di Giunta, mette in atto un provvedimento che non solo va ad incidere ed interferire sul mercato dei servizi pubblici non di linea ma viola i principi sulla tutela  della concorrenza nonché, oltrepassando ogni ragionevolezza, viene a scontrarsi con la Costituzione Italiana e con la stessa Legge Quadro per gli autoservizi pubblici non di linea. Se il Sindaco non ritira la Delibera 379 del 30 dicembre 2014, che entrerà in vigore dal 1 marzo pv, siamo pronti a paralizzare la città di Roma”
 
Questa la dichiarazione del Presidente Nazionale della ANITraV -Associazione Nazionale Imprese Trasporto Viaggiatori- dopo l’assemblea di oltre 2.000 operatori ncc tenutasi mercoledì 25 febbraio
                                                                                                                                  
Roma, 26 febbraio 2015 – “Le imprese esercenti attività di noleggio con conducente hanno proclamato lo stato di agitazione e scenderanno in piazza a manifestare contro il Comune di Roma ed il Sindaco Ignazio Marino venerdì 27 febbraio pv.
 
“Il Comune di Roma continua ad emanare regolamentazioni per l’accesso al territorio di Roma Capitale su input della lobby tassista ed in violazione delle normative vigenti in materia di autoservizi pubblici non di linea” continua il Presidente Anitrav –“ Il Sindaco di Roma non può pensare di mettere in ginocchio 4.000 imprese ed oltre 6.000 famiglie che vivono nella città di Roma per fare un favore ai suoi amici tassisti, noi non lo permetteremo e siamo pronti a lottare con mettendo in atto ogni forma di protesta consentita. La categoria del ncc è ormai esasperata e pronta a tutto, stiamo cercando di placare gli animi ma di certo la politica non ci aiuta e da oltre 6 anni stiamo sopportando la mistificazione messa in atto da alcuni rappresentanti del settore taxi che si permettono impunemente di calunniare operatori del noleggio con conducente inviando lettere, anche minatorie, a tutti i comuni italiani nonché a tour operator e direttori di grossi alberghi utilizzando quanto illegittimamente emanato dal Comune di Roma e mistificando l’entrata in vigore di una modifica alla Legge 21/1992 che invece è sospesa nell’efficacia attuativa ed applicativa.”
 
Il 27 febbraio pv gli operatori ncc si fermeranno per manifestare dalle ore 9.00 alle ore 14.00 a Roma in piazza Madonna di Loreto tutta la propria rabbia ed indignazione nei confronti del Sindaco Ignazio Marino e contro il Ministro Maurizio Lupi che invece di intervenire sulle distorsioni normative prende tempo impaurito dalle minacce dei tassisti.
 
 “ Vorrei ricordare  – continua il Presidente ANITraV – che la Corte Costituzionale ha chiaramente affermato che non si possono adottare provvedimenti che ostacolino in qualsiasi modo la libera circolazione delle persone e delle cose e che non si può limitare il diritto dei cittadini di esercitare in qualunque parte del territorio nazionale la loro professione, impiego o lavoro (art. 120, secondo e terzo comma, della Costituzione), la stessa Corte Costituzionale ritiene che da tali principi dettati dalla Costituzione discende il divieto per i legislatori di frapporre barriere di carattere protezionistico alla prestazione, nel proprio ambito territoriale, di servizi di carattere imprenditoriale da parte di soggetti ubicati in qualsiasi parte del territorio nazionale, nonché , in base ai principi comunitari sulla libertà di prestazione dei servizi, in qualsiasi paese dell’Unione Europea (sentenza n. 207 de 2001, cui adde sent. N. 375 del 2003), mentre la stessa Corte già nel 1998 (sent. N. 362) sosteneva che dagli art. 41 e 120 Cost. “emerge una nozione unitaria di mercato che non consente la creazione di artificiose barriere territoriali all’espandersi dell’impresa”.

Il Presidente
Mauro Ferri
 

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni