L'ANITraV vuole essere presente e sostenere la battaglia che alcuni colleghi hanno iniziato con la speranza di abbattere il prodotto di quella politica malata che ha portato il nostro paese allo sfacello e che porta i nomi di Alemanno, Gasparri, Cicchitto, Bossi, Cicolani ecc... nel nostro settore, quello del ncc, il prodotto scellerato dei suddetti personaggi si è sublimato con la porcata scritta  dalle mani di qualche tassista e portata in Parlamento dai suddetti "politici": il comma 1 quater dell'art. 29 del DL 207/2008 ( brevemente chiamato 1 quater o Milleproroghe).

Bene, noi vogliamo abbattere questa politica nauseabonda e mettere riparo ai suoi danni a partire appunto dall'1 quater, passando per il ricorso contro le Delibere del comune di Roma che sono di fatto l'applicazione dello stesso 1 quater anche se questi è sospeso nella sua efficacia per arrivare alla Corte di Giustizia di Strasburgo.

Noi vogliamo andare avanti e se Tu pensi che bastiamo da soli sappi che così non è, sappi che serve il contributo economico, quello che puoi dare e che pensi sia giusto dare a fronte di un impegno che costa a tutti noi più di euro 21.000,00.

Ecco i riferimenti bancari e causale per fare bonifico :

 

Intestatario :                Associazione Nazionale Imprese Trasporto Viaggiatori

Iban:                                          IT08X0351203201000000004089

Istituto bancario:         Credito Artigiano

Causale:                        Contributo spese legali per Corte di Giustizia Europea

Indicare nominativo di chi versa il contributo affinché possa essere inserito nella lista che verrà riportata nei siti istituzionali delle associazioni e dal blog nccitaliani.



L'ANITraV provvederà all'invio del ricavato al Prof Pietro Troianello, includendolo a quello raccolto da le altre associazioni e dai volontari che si stanno prodigando alla raccolta..

Quindi se facciamo un conto semplice semplice, essendo in Italia circa 85.000,00 imprese potremmo mettere insieme un bel po di soldini se solo ogni impresa versasse 10 o 20 euro, questo ci consentirebbe di poter affrontare al meglio le battaglie legale di oggi, sanare i debiti che abbiamo con gi avvocati per le battaglie di ieri, che vi stanno consentendo oggi di poter ancora lavorare, e predisporci a battagliare per il futuro.

Quindi avanti, un po di fiducia e cominciate ad inviare quello che potete con la consapevolezza che entro il 30 aprile si dovrà inviare la somma percepita al Prof. Pietro Troianello che seguirà la causa a Strasburgo.

Intanto facciamo sapere a chi ci segue che a breve il nostro Presidente con i legali dell'associazione chiederanno un incontro proprio con il Prof. Troianello per fare il punto della situazione e verificare la necessità economica immediata per il prosieguo dell'attività professionale da parte dello stesso avvocato.

La Segreteria di Presidenza
 

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni