Riprendiamo dal Blog nccitaliani una notizia che ci sembra importante e che sottolinea quanto ragione abbiamo quando gridiamo che l'autorizzazione ncc non ha limite territoriale nella propria attività, e mentre i Tribunali (dal TAR al Consiglio di Stato passando per il Giudice di Pace) sistematicamente ci danno ragione, nonostante le affermazioni dell'AGICOM, della Comunità Europea, il Sindaco di Roma Gianni Alemanno ed i suoi compari tassisti (sta volta con l'aiuto di un paio di associazioni ncc quali TPL noleggio della Felsa Cisl e la ANC) continua nella sua persecuzione ai noleggiatori con l'imminente approvazione di un regolamente che taglierà fuori da Roma diversi operatori ncc.

Parlando con uno di questi rappresentanti sostenitori dell'iniziativa "Alemanniana" mi sono accorto di quale spessore è la loro preparazione, questi non aveva pensato o meglio non aveva fatto caso al fatto che a determinate ottemperanze avrebbero dovuto fare seguito solo le imprese con autorizzazione di altri comuni mentre gli operatori con autorizzazione di Roma avrebbero potuto per esempio non pagare tasse, inps, inail, non avere contratti e magari battere in aeroporto o alla stazione termini o presso gli alberghi ed avere comunque la possibilità di accedere alla ZTL.

Torniamo a dire che le forme di abuso e di abusivismo non vengono messe in atto dal colore dell'autorizzazione ma dall'operatore che esercita attività di ncc.

Segreteria di Direzione

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni