Ma ci si rende conto di che diavolo di teste girano in questo Paese distrutto dai vari Grande Fratello o Isole dei Famosi?
i Vigili Urbani di Lucca che non hanno meglio da fare che "accertare" che il noleggiatore "Tizio" sta svolgendo un servizio per il noleggiatore "Caio" e quindi "Tizio" fa uso improprio del mezzo poichè l'"utente" del servizio non è colui che di fatto viene trasportato o meglio che la prenotazione del servizio non è stata fatta a Tizio dall'utente che invece l'ha fatta a "Caio" e che quindi "Tizio" svolge il servizio in modo improprio ...ecc...ecc.  ma non fa ridere tutto questo ? ma come può la mente arrivare a tutto questo?

Voglia di protagonismo?
Incompetenza?

Ma chissa? Di certo su questa vicenda andremo sino in fondo, vogliamo capire se l'intervento "accertativo" non sia andato oltre i compiti degli agenti, se vi siano motivi di intervento della Magistratura per eventuali abusi di potere o falso ideologico per l'applicazione di una norma inesistente, ma quale articolo di quale legge prevede che sia illegale la collaborazione tra imprese? e cosa e chi è l'utente ? quello che prenota il servizio o la persona che viene trasportata?

Su questo argomento si è espressa addirittura la cassazione, si ricorderà la vicenda Fonema, ma probabilmente il solerte vicecomandante della Polizia Municipale di Lucca era distratto ed ignora che forse il collega noleggiatore può anche mettere all'esigenza la veste di cliente o fornitore di un altro noleggiatore altrimenti sarebbe un po come dire che i noleggiatori che lavorano per qualunque ente ( RAI, ENI, Camera dei Deputati, Senato ecc) possono solo portare chi prenota il servizio quindi nel caso magari la segretaria di quell'onorevole che per questi invece prenota il servizio di trasporto.

Ma andremo avanti sino a richiedere i danni, se ce ne fosse motivo valido, in solido anche ai diretti responsabili e non solo all'amministrazione comunale di Lucca, poichè oltre all'errore, per così dire, si sono messe in atto anche manifestazioni di protagonismo gratuito da parte di talune persone che hanno preso parte al "blitz" esibite attraverso una conferenza stampa ed interviste sul quotidiano "il Tirreno".

Nella giornata di ieri il nostro Presidente con alcuni consiglieri e l'avvocato Valentina Porro si sono incontrati con i malcapitati lucchesi che tra l'altro alcuni sono associati all'Anitrav.

Vi terremo aggiornati.

La Segreteria di Presidenza

 


 

Torna alla lista        Stampa
Nuova Volvo S90 per NCC

Anitrav Aquae


Associati AnitraV

vantaggi e convenzioni